Economia Fiscalità

Creazione di un Hedge Fund a Malta. Vantaggi burocratici e fiscali

Stefano Colombetti
Scritto da Stefano Colombetti

Gli elevati standard di vigilanza e la regolamentazione dei processi, sono reputati un vantaggio fondamentale per la costituzione di hedge fund a Malta.

Il quadro normativo maltese nel settore dei servizi finanziari è uno dei più completi ed attraenti per la creazione, la concessione di licenze e la commercializzazione del credito per istituzioni finanziarie, società di assicurazioni, regimi di investimento collettivo e fondi istituzionali, nonché per i fornitori di servizi di investimento.

Molti fattori importanti fanno di Malta un centro di competenza ideale per domiciliare ed operare nelle attività di servizi finanziari ed in particolare:

  • Lo status di Malta come membro pieno dell’Unione europea;
  • Legislazione conforme alla UE;
  • Status di Malta come giurisdizione onshore e membro del Fondo Monetario Internazionale (FMI), del Consiglio d ‘Europa, dell’Organizzazione internazionale per la Commissione dei Titoli (IOSCO) e del Comitato dei Titoli Europei Regolatori (“CESR”);
  • l’Autorità dei servizi finanziari di Malta (la «MFSA»), in qualità di  singolo regolatore maltese dei servizi finanziari, è flessibile, accessibile e proattivo, ma nello stesso tempo meticoloso nel considerare e determinare le procedure per la concessione di licenze di fondi;
  • il quadro legislativo globale di Malta per quanto riguarda la tassazione offre una vasta gamma di trattati sulla doppia imposizione comprendendo accordi con tutti i membri dell’UE.
  • La presenza sull’Isola di fornitori di servizi finanziari internazionali e di un forza lavoro qualificata con notevole esperienza e conoscenza nel settore;
  • Uso della lingua inglese nelle comunicazioni, nelle forme e nella documentazione ufficiali così come nella redazione della legislazione, regolamenti e linee guida sui servizi finanziari.

Se strutturata correttamente, un hedge fund costituto a Malta può ottenere degli ottimi benefici, tra i quali:

  1. Nessun reddito o imposta sulle società è richiesta per i fondi che hanno una copertura maggiore dell’85% della loro attività sottostante situata al di fuori di Malta;
  2. Nessuna imposta sul valore patrimoniale netto;
  3. Nessuna ritenuta alla fonte sui dividendi versati ai non residenti;
  4. Nessuna tassazione sulle plusvalenze sulla vendita delle quote da parte dei non residenti;
  5. Nessun obbligo di bollo sulle emissioni o trasferimenti di quote;
  6. Nessuna imposta sulle plusvalenze sulla vendita di azioni o quote da parte dei residenti a condizione di tale azioni/quote sono quotate alla Borsa di Malta (MSE).

Tutto ciò ha contribuito al successo di Malta nella creazione e nel consolidamento di se stessa quale centro di servizi finanziari onshore che ora gode della presenza di un sempre crescente un numero di banche internazionali, assicuratori e gestori di fondi.

Quadro legislativo e normativo

La legge sui servizi di investimento, capitolo 370 delle leggi di Malta (“ISA”), stabilisce il quadro normativo per la prestazione di servizi di investimento e la creazione di fondi a Malta. Lo scopo primario della ISA è quello di fornire regolari servizi di investimento e regolamentare la fornitura di hedge fund  con una protezione adeguata degli investitori.

Categorie di investitori professionali

Il regime di regolamentazione dei PIF è destinato a tre categorie principali:

  1. PIF destinati agli investitori esperti;
  2. PIF destinati agli investitori qualificati; e
  3. PIF destinati agli investitori straordinari.

Processo di Applicazione delle Licenze

L ‘elaborazione di una licenza per il regime di investimenti collettivi richiede generalmente tra le sei e le dodici settimane dalla data in cui una domanda completa in tutti gli aspetti viene presentata alla MFSA. Nel caso di PIF  Maltesi con un gestore di terze parti e tutti i fornitori di servizi basati e regolamentati in giurisdizioni riconosciute, la MFSA si impegna a rispondere alla licenza entro 7 giorni lavorativi, a condizione che tutta la documentazione pertinente (inclusa il modulo d’iscrizione) è stato correttamente completato e allegato al modulo di domanda.

Il processo di applicazione può essere riassunto nelle seguenti tre fasi:

  • Fase 1 – fase preparatoria – Comprende la fase istruttoria e la predisposizione dei documenti con incontri one-to-one con il regolatore;
  • Fase Due – fase di pre-licenza – Comprende una prima verifica del progetto, con analisi e correzione delle eventuali difformità;
  • Fase tre – Post-Licensing / Pre-inizio della fase di business

Tasse sulla licenza

Una tassa sulla licenza è richiesta alla presentazione di una domanda di servizi di investimento e non è rimborsabile. I titolari di licenze di servizi di investimento sono anche tenuti a pagare oltre alla tassa di rilascio della licenza anche una tassa di vigilanza annuale. Le commissioni applicabili variano in base alla tipologia di licenza richiesta.

Malta Business è a vostra disposizione per qualsiasi ulteriore informazione e/o consulenza tramite operatori specializzati. Per info potete contattarci compilando il form seguente:

Condividi l'articolo

info autore

Stefano Colombetti

Stefano Colombetti

Libero professionista, avvocato, partner Malta Business