Finanziamenti

Crediti d’imposta per gli investimenti 2014-2020

Redazione
Scritto da Redazione

I crediti d’imposta sugli investimenti sono intesi a sostenere lo sviluppo industriale ed economico regionale di Malta. Questa misura facilita gli investimenti iniziali incoraggiando la creazione di nuovi stabilimenti e l’espansione e lo sviluppo delle imprese esistenti.

L’aiuto all’investimento previsto è calcolato in percentuale rispetto alle spese ammissibili sostenute e può assumere la forma di crediti di imposta e/o sovvenzioni in denaro.

Durata dello schema

Le linee guida di questo incentivo saranno valide dal 1 ° gennaio 2018 e, a meno che non siano riviste o aggiornate dall’Autorità che gestisce l’incentivo e rimarranno in vigore fino al 31 dicembre 2020.
L’incentivo può essere rivisto in linea con eventuali revisioni pertinenti norme sugli aiuti di Stato o in vista di eventuali ulteriori esigenze di politica nazionale.

Attività economiche qualificate

L’aiuto all’investimento è concesso a un’impresa in relazione a un progetto di investimento iniziale che determina un’attività “qualificante”. Tutti i crediti d’imposta assegnati possono essere utilizzati solo finché il beneficiario è ancora attivo nella stessa attività.

Al fine di determinare che un’impresa sta svolgendo un’attività economica qualificante, l’Autorità:
a) analizza l’atto costitutivo e lo statuto sociale per confermare che gli oggetti principali riguardano solo le attività che sono elencate come attività ammissibili e che nessuno degli oggetti che consentono lo svolgimento di attività possono essere non qualificanti;
b) effettua visite in loco per confermare che ogni entità rilevante è impegnata esclusivamente in attività idonee e non sta svolgendo attività non qualificanti;
c) può richiedere i permessi e la documentazione relativi e che ritiene necessari per verificare l’affidabilità.

Costi ammissibili

Le spese ammissibili per le quali possono essere concessi crediti d’imposta sugli investimenti possono includere i costi di investimento tangibili e immateriali derivanti dal progetto di investimento iniziale. Evidenziamo che ai fini dell’ottenimento di questo incentivo, i costi di investimento tangibili si riferiscono a terreni, edifici industriali, impianti e macchinari, mentre le attività immateriali si riferiscono al trasferimento di conoscenze attraverso l’acquisizione di diritti di brevetto, licenze, know-how o conoscenze tecniche non brevettate.

Nel caso di grandi imprese, il progetto di investimento supportato deve riguardare un’attività non precedentemente svolta dal gruppo. Le PMI possono anch’esse essere supportate allorquando investono nell’estensione della capacità di uno stabilimento esistente, diversificano i loro processi e quando cambiano radicalmente il processo di produzione complessivo di tale stabilimento.

L’acquisizione di beni appartenenti a uno stabilimento che ha chiuso o che avrebbe chiuso se non fossero stati acquistati, ha anche diritto all’assistenza, a condizione che tali beni vengano acquistati da un investitore che non ha alcun rapporto con il venditore. È anche possibile stabilire il valore del progetto di investimento considerando i costi salariali dei posti di lavoro creati direttamente dal progetto. Quando viene selezionato questo approccio, il valore dell’investimento ammissibile viene calcolato sulla base dei costi salariali stimati derivanti da posti di lavoro creati direttamente dall’investimento in un periodo di due anni.

Attività ammissibili

Ai sensi delle nuove linee guida, viene sostenuta un’ampia gamma di attività economiche, tra cui:

  • Fabbricazione, compresi i servizi industriali e la fabbricazione, riparazione, revisione o manutenzione nel settore nautico, aeronautico;
  • Information Technology, compresa la programmazione per computer, nonché la fornitura di elaborazione di dati, hosting e attività connesse, esclusi i giochi d’azzardo e le telecomunicazioni;
  • Lavanderia e lavaggio a secco;
  • Attività di Call Center Inbound or out bound ;
  • Processi di R & S e innovazione;
  • Eco-innovazione, trattamento dei rifiuti e soluzioni ambientali;
  • Biotecnologie e prodotti farmaceutici;
  • Produzioni cinematografiche e audiovisive, tra cui:
    • produzione di lungometraggi, film per la televisione, pubblicità e documentari; il funzionamento e la fornitura di strutture e attrezzature necessarie in tali produzioni; così come lo sviluppo di media digitali e giochi digitali;
  • Fornitura di servizi di istruzione, insegnamento e formazione che portano a qualifiche riconosciute e / o all’acquisizione di competenze specialistiche (relative a lingue, artigianato, tecnologia, creatività e innovazione). L’aiuto è concesso solo in relazione a nuovi progetti di investimento o espansioni da attuare entro un periodo di trentasei (36) mesi e se l’investimento totale basato sui costi ammissibili, escluso il terreno, è di almeno 1 milione di euro.
  • Fornitura di servizi di assistenza sanitaria privata;
  • Operatività di Freeport and Logistics;
  • Alberghi, hotel resort, suite/appartamenti hotel o pensioni;
  • Servizi aziendali ad alta intensità di conoscenza, vale a dire:
    • gestione della tesoreria; ricerche di mercato internazionali e sondaggi di opinione pubblica; servizi di progettazione architettonica, ingegneristica e tecnica; assunzione, fornitura e gestione di risorse umane; nonché pianificazione strategica e organizzativa, processo decisionale, controllo operativo e gestione operativa delle imprese collegate e partnerizzate;
  • Restauro culturale, ovvero restauro di arte e antichità, ma esclusi edifici e altre strutture;
  • Strutture culturali, creative e commerciali su larga scala; e
  • Imballaggio industriale.

Le attività di cui sopra sono meglio definite nelle Linee guida indicate dall’Autorità che gestisce l’incentivo che specificano anche una serie di attività vietate che renderebbero un’impresa non ammissibile all’assistenza nell’ambito di questo incentivo. In generale, questi ultimi includono la vendita al dettaglio, i processi senza valore aggiunto e la ristorazione.

 

La redazione di Malta Business comunica che le informazioni pubblicate potrebbero subire modifiche da parte dell’Autorità di Gestione dell’incentivo. Pertanto, qualora interessati, è necessario compilare il seguente form di contatto per ulteriori approfondimenti.

Interessato alla seguente linea di incentivo:
Aiuti all'innovazione per le PMI

con l'invio del presente form accetto le condizioni d'uso e la privacy del sito web.

* campi obbligatori.

Condividi l'articolo

info autore

Redazione

Redazione