Fiscalità Imprese

Società holding maltesi

Sergio Passariello
Scritto da Sergio Passariello

Utilizzo di società di holding maltesi

È possibile realizzare una società di holding maltese per diverse finalità, tra cui:

  • detenere le azioni e i tipi di partecipazioni in società maltesi o straniere;
  • svolgere attività di finanziamento del gruppo e operazioni di tesoreria;
  • detenere e concedere in licenza marchi, marchi registrati, nomi commerciali e
  • altri beni intangibili;
  • detenere e affittare proprietà immobiliari situate a Malta o all’estero;
  • effettuare la gestione e i servizi correlati a società collegate e non collegate.

Per informazioni dettagliate contatta gli uffici di Malta Business compilando il seguente form:

Benefici derivanti dall’utilizzo di una società di holding maltese

  • Malta è uno Stato membro dell’UE e offre un accesso completo alle direttive UE in materia;
  • Malta dispone di una rete di trattati sulla doppia imposizione in continua espansione;
  • L’esenzione delle partecipazioni consente alle società di holding di avere un’aliquota fiscale dello 0% sui redditi percepiti;
  • Una parte sostanziale delle tasse maltesi può essere sgravata mediante rimborsi fiscali ;
  • Malta non trattiene tasse sul pagamento degli interessi, dei dividenti e dei diritti;
  • In generale, il trasferimento di azioni da persone non residenti è esente dall’imposta sulle plusvalenze;
  • Malta non dispone di alcuna regolamentazione in materia di CFC, sottocapitalizzazione o prezzo di trasferimento
  • La costituzione richiede un minimo di capitale sociale ed emesso di € 1.165, di cui solo il 20% deve essere pagato.

Obblighi IVA di una società di holding maltese

La legge maltese sull’IVA si basa sulle disposizioni della sesta direttiva IVA del Consiglio europeo. Solitamente, una società che meramente detiene le azioni (società di holding passiva) non viene ritenuta soggetto passivo ai fini IVA e pertanto non deve registrarsi per l’IVA. Tuttavia, se tale società di holding riceve servizi da fornitori con sede al di fuori di Malta, vi è l’obbligo di registrarsi ai sensi di una speciale norma IVA che richiede una propria contabilità dell’IVA a Malta quando vengono ricevuti servizi da fornitori non maltesi.

Condividi l'articolo

info autore

Sergio Passariello

Sergio Passariello

Blogger, consulente aziendale ed imprenditore

Lascia un commento