Economia Fiscalità

Aprire una società a Malta. I vantaggi di una giurisdizione europea

Aprire una società a Malta

Prima di affrontare l’argomento di come aprire una società a Malta, è necessario fare alcune premesse, utili a dissipare molti dei dubbi che in questo periodo sono stati generati dalle numerose news apparse sui media nazionali ed internazionali, che a vario titolo hanno catalogato “impropriamente” lo stato di MALTA tra i paesi ad alto rischio “evasivo”.

Ma Malta è un paese in black list?

La domanda ha una risposta semplice: NO! Malta non è un paese in black list.

Numerosi sono stati i tentativi di inserire la giurisdizione maltese nella lista dei paesi a fiscalità privilegiata, ma sono tutti falliti, non ultimo il tentativo di alcuni deputati Europei che hanno tentato, nel Consiglio D’Europa dello scorso 13 dicembre 2017 d’inserire l’isola del Mediterraneo tra i paesi a fiscalità privilegiata.

Va precisato, in proposito che la giurisdizione maltese non ha una fiscalità privilegiata, in quanto l’aliquota impositiva, per le imprese si assesta al 35%. Ciò che viene impropriamente identificata come fiscalità di vantaggio (tax refund 6/7), va invece inquadrata nell’ambito degli incentivi fiscali che sono riconosciuti a tutte le persone fisiche e giuridiche che decidono d’investire sul territorio maltese.

Questa prerogativa è riconosciuta in capo ad ogni Stato membro della Comunità Europea, nell’ambito del rispetto dei parametri Debito/Pil – Deficil/Pil ed è subordinata a scelte autonome dei singoli governi nell’esercizio della propria sovranità fiscale.

Per quanto concerne la trasparenza fiscale Malta non è seconda a nessun Stato Europeo. Tutti i dati relativi alle società maltesi (ad es. soci e amministratori) sono consultabili sul portale di Malta Financial Services Authority (Registry of Companies – MFSA).

Inoltre per quanto riguarda l’implementazione dello scambio di informazioni con gli altri Paesi, Malta:

  • è in regola con lo scambio automatico delle informazioni finanziarie, sulla base del Common Reporting Standard elaborato dall’OCSE per garantire la trasparenza;
  • ha recepito la direttiva che regola gli obblighi di scambio automatico delle informazioni fiscali previsti dalla direttiva 2011/16/UE, per i Paesi facenti parte dell’Unione europea;

Infine, Malta ha sottoscritto oltre 70 trattati sulla doppia imposizione, la maggior parte dei quali con i più importanti paesi dell’OCSE, come gli Stati Uniti, la Germania e tutti gli altri paesi dell’UE. Tutti questi trattati contengono la clausola relativa allo scambio di informazioni, come richiesto dall’OCSE, che obbliga le autorità maltesi a divulgare tutte le informazioni su qualsiasi società e i suoi azionisti alle altre giurisdizioni quando richiesto.

Fatta questa debita premessa, passeremo in rassegna i passaggi salienti da valutare, per l’apertura di una società di diritto maltese.

Scelta della tipologia di società.

Sebbene Malta abbia essenzialmente una legislazione di diritto civile, il diritto societario è di ispirazione anglosassone e pertanto molto simile alla legislazione del Regno Unito ed alle altre giurisdizioni di common law.

La prima valutazione necessaria da effettuare, è quella di individuare la tipologia di asset societario che meglio si adatta alle caratteristiche del business che si vuole avviare a Malta.

Ci sono diverse tipologie di società private a Malta, di seguito una breve analisi:

– Società a responsabilità limitata – private limited company in Malta

Questa è il tipologia di società più popolare per fare business a Malta. Può essere costituita anche da un solo azionista, con la condizione che lo stesso sottoscrivi un capitale sociale minimo di circa 1.200 euro. Il capitale iniziale dovrà essere versato per intero prima della registrazione della società. Una società a responsabilità limitata a Malta non può vendere le azioni al pubblico e non può essere quotata in borsa. Inoltre, gli azionisti sono responsabili per la società solo nella misura del capitale versato.

– Public Company Limited – Società per Azioni

Almeno un socio deve possedere le azioni della società. Tutti gli azionisti hanno responsabilità limitata, nella misura del loro contributo. A differenza della società a responsabilità limitata, la società per azioni a Malta, è in grado di collocare le proprie azioni al pubblico e in aggiunta a ciò, può anche essere quotate in Borsa.

– Società in nome collettivo – general partnership

Come in ogni associazione, almeno due membri devono accettare e firmare un accordo chiamato “atto di collaborazione” al fine di costituire una società in nome collettivo con sede a Malta. Possono essere partner sia persone fisiche che giuridiche e il loro stato è di soci accomandatari, con piena responsabilità per i debiti e le obbligazioni in capo all’intera società.

– Società in accomandita a Malta – limited partnership in Malta

La legislazione maltese prevede anche la costituzione di società in accomandita semplice, che sono anch’esse formate da almeno due partner che sottoscrivono un atto di partenariato. Questo atto deve contenere i nomi dei membri e altri dettagli sul business. Non è richiesto alcun capitale minimo per la creazione di una società in accomandita semplice a Malta. Almeno un partner deve essere Direttore/Amministratore e lui ha la piena responsabilità della società mentre l’altro socio/partner ha la responsabilità limitata al contributo versato.

Per approfondimenti sul regime di tassazione rimandiamo all’approfondimento che è possibile leggere qui: Società responsabilità limitate Ltd – Tassazione a Malta

Non sempre è necessario dover aprire una società, per svolgere la propria attività a Malta. A volte, per determinate tipologie e settori professionali è sufficiente possedere una semplice partita IVA e quindi optare per l’apertura di una posizione fiscale c.d. Self Employed (Lavoro autonomo)

Per approfondimenti su questa soluzione, vi consigliamo di leggere l’approfondimento: Self employed – Il lavoro autonomo a Malta

Va precisato, inoltre che per costituire una società a Malta non è necessaria la presenza di un Notaio, ne tanto meno è necessaria nelle fasi successibe di vita della società.

Non esistono oneri previdenziali minimi ed obbligatori per il Direttore della società, che dovrà versare i contributi per la social security se e solo riceve un compenso per la sua attività.

Inoltre non esistono studi di settore o presunzioni di reddito di alcun genere né l’inversione dell’onere della prova in caso di verifiche fiscali, ma un contradditorio con l’Agenzia fiscale.

Il sistema maltese offre anche ulteriori strumenti societari, in grado di ottimizzare la gestione commerciale e la pianificazione fiscale del tuo business, sia se svolto sul territorio maltese che all’estero, tutto nell’ambito del rispetto di tutte le normative vigenti nazionali ed europee.

Il network Malta Business è in grado di supportare ed affiancare e tue scelte imprenditoriali, consigliandoti la migliore soluzione societaria o autonoma da adottare. Prenota una prima consulenza anche online, senza correre il rischio di incappare in spese impreviste.

Malta Business è un marchio registrato

 

info autore

Sergio Passariello

Sergio Passariello

Blogger, consulente aziendale ed imprenditore