Robert Abela ha smentito alcune indiscrezioni che parlavano di un’inversione di rotta del nuovo Governo sul fronte della tassazione, confermando che non vi è alcuna intenzione di mettere mano all’attuale sistema fiscale maltese, che offre alle imprese straniere un rimborso di 6/7 sulla tassazione annua.

Intervistato in occasione di una recente visita ai negozi di Republic Street, a Valletta, il primo ministro ha affermato che la rimozione del cosiddetto Tax Refund, il vantaggio fiscale per le società straniere, costituirebbe una grave minaccia per l’economia maltese.

Nel corso della campagna per la leadership del Partito Laburista e del Governo, Abela aveva evidenziato la situazione di svantaggio delle compagnie maltesi rispetto a quelle straniere proprio a causa del sistema fiscale.

Abela, tuttavia, ha chiarito in questi giorni che le sue affermazioni sono state interpretate e riprese da alcuni organi di stampa in maniera errata, poiché non aveva mai chiesto la cancellazione del sistema di sgravi fiscali delle società straniere.

Leggi: Aprire una società a Malta – I vantaggi di una giurisdizione europea

Non ho mai detto il rimborso di sei settimi, con l’aliquota finale annua al 5%, debbano essere eliminato. Non ho mai detto che lo farei, e non lo farò” ha affermato il Primo Ministro.

Per conoscere nel dettaglio gli incentivi fiscali previsti dal sistema maltese per le imprese straniere contatta gli uffici di Malta Business Agency compilando il seguente form:

Al contrario, Abela ha sostenuto l’importanza di garantire una parità di condizioni anche per le imprese maltesi che sono influenzate negativamente dal sistema fiscale: per questo il Governo ha intrapreso un dialogo con le parti interessate, a partire dalla Camera delle Piccole e Medie Imprese (Malta Chamber of SMEs).

Va precisato, infine, che la giurisdizione maltese non prevede una fiscalità privilegiata per le imprese straniere, in quanto l’aliquota impositiva si assesta al 35%. Ciò che viene impropriamente identificata come fiscalità di vantaggio (tax refund 6/7), va invece inquadrata nell’ambito degli incentivi fiscali che sono riconosciuti a tutte le persone fisiche e giuridiche che decidono d’investire sul territorio maltese.