Commercio

Il successo di un italiano con il riciclo di vestiti usati

Redazione
Written by Redazione

L’iniziativa di un italiano approdato nell’isola per fare business

Condividi l'articolo

Sono passati quattro anni dal giorno in cui Ciro Ascione ha fatto le valigie e salutato la sua Napoli per trasferirsi a Malta, trovando qui il luogo per avviare un business che ha fatto successo: l’esportazione di vestiti usati da riciclare.

L’attività è nel suo dna, dato che già sua nonna aveva avviato un’attività simile in Italia dopo la Seconda Guerra Mondiale, e che alcuni decenni più tardi ha portato il nipote a dirigere la Refab Light Blue Partnership a Malta.

L’attività è iniziata in collaborazione con un socio maltese, il quale poi si è defilato, lasciando al napoletano Ascione l’opportunità di proseguire in autonomia. La raccolta degli indumenti avviene attraverso le decine di cassoni blu che si vedono lungo molte strade dell’isola, all’interno dei quali, per la verità, vengono spesso lasciati rifiuti di ogni genere.

Viene fatta allora una prima selezione di scarti non idonei, destinati all’ecocentro, mentre altri tipi di rifiuti non corrispondenti a scarpe o vestiti ma comunque riutilizzabili (per esempio i vecchi giocattoli) sono destinati in beneficenza.

Raccogliamo circa 14 borsoni di abbigliamento al giorno, che sono equivalenti a circa 14.000 sacchi domestici neri. Abbiamo due o tre camion operativi ogni giorno nella raccolta dei vestiti attraverso i nostri 148 cassonetti blu, e destinati al nostro magazzino situato a Zebugg“, ha raccontato al quotidiano Times of Malta.

Per una prima consulenza gratuita sull’apertura di un’attività commerciale a Malta contatta gli uffici di Malta Business Agency compilando il seguente form:

Qualsiasi vestito riutilizzabile raccolto, viene spedito ad aziende con sede a Dubai e in Tunisia, specializzate nell’acquisto di abbigliamento di seconda mano da fornitori come Ascione.

I capi esportati vengono ripartiti in diverse categorie: uomini, donne e bambini; oppure estate e inverno. E poi in ulteriori sottocategorie a seconda della qualità.

I migliori articoli vengono quindi venduti ai negozi vintage o di seconda mano, mentre qualsiasi tessuto troppo logorato per essere riutilizzato viene trasformato in stracci.

Refab Light Blue Partnership ha iniziato la sua attività con tre dipendenti, per crescere fino a dieci. L’abilità di Ascione è stata quella di trovare un paese dove questo tipo di servizio non era ancora diffuso. E di sfruttare tutti i vantaggi offerti da un paese a portata di business, facendo un grosso favore anche all’ambiente attraverso la buona pratica del riciclo.

Condividi l'articolo

About the author

Redazione

Redazione