Anche Malta è pronta a trarre vantaggio dall’accordo amministrativo di cooperazione su cluster commerciali tra Unione Europea e Singapore, giunto in occasione del primo anniversario dell’accordo di libero scambio EUSFA, attraverso un incontro online che ha visto la partecipazione dell’Ambasciatore dell’Unione Europea Barbara Plinkert, di Gabriel Lim, Segretario permanente del Ministero del Commercio e dell’Industria di Singapore e di Png Cheong Boon, amministratore delegato di Enterprise Singapore. Ai lavori ha partecipato anche S. Iswaran, Ministro delle comunicazione e dell’informazione di Singapore, nonché delegato al commercio internazionale.

L’accordo elimina i dazi doganali e la burocrazia che le imprese europee devono affrontare quando esportano a Singapore. Elimina, inoltre, altri ostacoli commerciali e migliora gli scambi di beni essenziali quali l’elettronica, i prodotti alimentari e i prodotti farmaceutici. L’accordo apre il mercato di Singapore alle esportazioni di servizi dell’UE, ad esempio, nel settore dei trasporti e delle telecomunicazioni. L’accordo riconosce e protegge le indicazioni geografiche di vini, bevande,, prodotti agricoli e alimentari originari dei territori dell’UE o di Singapore. Inoltre, le misure previste nell’ambito della parte sanitaria e fitosanitaria dell’accordo mirano a proteggere la vita e la salute delle persone, degli animali e delle piante. Tali misure riguardano il riconoscimento di zone a basso tasso di organismi nocivi o di malattie e garantiscono la trasparenza e lo scambio di informazioni, nonché la prevenzione degli ostacoli agli scambi.

Singapore è uno dei principali centri commerciali, finanziari e dei trasporti in Asia. Con un’ampia rete di accordi commerciali con oltre 30 partner, ogni anno il paese commercializza oltre 550 miliardi di euro con il resto del mondo. Per l’Europa, è il 14º partner commerciale di merci al mondo e il primo nell’Asia sudorientale (SEA). Con un’economia fortemente orientata ai servizi, Singapore è anche il quinto partner commerciale dell’UE nel settore dei servizi al mondo. Con oltre 10,000 imprese europee che hanno creato i propri hub regionali a Singapore, il paese è diventato la sesta destinazione globale dell’Europa.

I settori orientati all’esterno, come la manifattura, il commercio all’ingrosso, il trasporto e lo stoccaggio subiscono gli effetti avversi della contrazione di molti dei mercati chiave di Singapore, che è stata superiore alle aspettative, e i danni più protratti del previsto alle catene di fornitura”; aveva commentato a maggio Gabriel Lim, segretario permanente del ministero del Commercio e dell’industria, nel corso di una conferenza stampa onlineL’attività economica domestica è stata danneggiata a causa della pandemia sanitaria e dalla chiusura di numerosi posti di lavoro. L’attuale collaborazione mira a sfruttare i vantaggi dell’accordo commerciale dell’EUSFA e ad aumentare drasticamente la cooperazione tra i cluster industriali di Singapore con quelli dell’Unione Europea per la necessità di far ritornare a crescere l’economia globale dopo l’emergenza sanitaria.

Malta Business Agency segue con attenzione gli accordi commerciali e di libero scambio per valorizzare migliori opportunità di internazionalizzazione a servizio delle imprese.