15.6 C
La Valletta
lunedì, 29 Novembre 2021
HomeEconomiaLe PMI tedesche credono in Malta: "Non è un Paese da greylist"

Le PMI tedesche credono in Malta: “Non è un Paese da greylist”

L’inserimento di Malta nella greylist del FATF-GAFI rappresenta solo “piccolo ostacolo” per un’associazione di PMI tedesche che lavora per attirare investitori nel Paese a conoscere di persona il potenziale del Paese come luogo d’affari.

La BVMW, l’associazione tedesca per le piccole e medie imprese, ha recentemente istituito un ufficio proprio a Malta per attrarre investimenti stranieri e aiutare le aziende tedesche a stabilire una base qui.

Il capo dell’ufficio di Malta, Alfons Schwarte, ha riferito al Times of Malta che prevede di attrarre 50 nuove aziende all’anno, convincendole a scegliere Malta come porta verso l’Africa e i nuovi mercati europei.

L’inserimento in lista grigia è un atto ingiusto nei confronti di Malta, perché solo un piccolo gruppo di persone è responsabile di illeciti che hanno macchiato la reputazione del Paese. Ma Malta è più grande di questo. Siamo venuti qui per mostrare alle aziende tedesche il potenziale dell’isola per fare affari. Faremo la nostra parte per far vedere Malta come dovrebbe essere vista” ha affermato Schwarte.

Sfortunatamente, si possono avere poche mele marce che rovinano la reputazione. Succede ovunque. Quando sono arrivato a Malta nel 2012, la reputazione era di prim’ordine. Siamo qui per aiutare a riparare quella reputazione all’estero. Sono sicuro che la fiducia tornerà. Nelle poche settimane da quando siamo qui, stiamo già vedendo un forte interesse per Malta dalla Germania“.

La BVMW ha 900.000 membri, 300 uffici di rappresentanza in tutta la Germania ed è presente in 68 paesi, l’ultimo dei quali in ordine temporale è proprio quello maltese.

Schwarte ha sottolineato l’importanza della sua presenza a Malta, dicendo che la decisione stessa di stabilire una base qui era un forte messaggio in sé. La decisione è stata presa lo scorso settembre, ma è stata concretizzata in ritardo a causa della pandemia.

L’associazione tedesca vede Malta come un mercato molto grande, una delle economie in più rapida crescita in Europa. Malta fa parte della famiglia europea, con l’euro come moneta comune. Abbiamo una buona situazione di lavoro compatibile dove le aziende possono esternalizzare la loro manodopera, la lingua inglese, i regimi fiscali favorevoli per le imprese e, naturalmente, il sole e il mare“, ha concluso Schwarte.

Giovanni Guarise
Giornalista professionista dal 2010, nel corso degli anni da freelance ha dedicato particolare attenzione al mondo della Piccola e Media Impresa, realizzando approfondimenti e focus per diversi quotidiani, e collaborando nelle attività di comunicazione per un'associazione di categoria in Veneto
Siamo partner dispot_img
spot_img
spot_img

ITPIS: il sostegno per l’internazionalizzazione da Malta

L'International Trade Promotion Incentive Scheme (ITPIS) mira a sostenere le imprese maltesi che vogliono internazionalizzare la loro attività, o che stanno già esportando e desiderano promuovere un prodotto o un servizio in un nuovo mercato.

Global Growth: nuovo bando per l’export

Sono aperte le domande del Programma "Global Growth" per il 2022, promosso da TradeMalta e destinato a sostenere l'export delle imprese maltesi. Le aziende che...

Rilanciati i prestiti agevolati per le aziende

Il governo di Malta rilancerà un programma di prestiti agevolati con l'obiettivo di sostenere l'industria manifatturiera e dei servizi a investire in nuovi progetti...

speciale finanziamenti
Scopri le novità nella sezione dedicata