sabato, Ottobre 1, 2022
spot_imgspot_img
HomeAccordi bilaterali30 anni fa a Birzebugga finì la Guerra Fredda

30 anni fa a Birzebugga finì la Guerra Fredda

Esattamente 30 anni fa, a Birzebugga, terminò la Guerra Fredda. Molti collegano questo importante momento storico alla caduta del muro di Berlino, che risale al 9 Novembre 1989. E di sicuro, dal punto di vista simbolico e sostanziale, quello resta un avvenimento che ha lasciato un segno nella memoria collettiva.

Ma in pochi sanno, o ricordano, che la fine ufficiale dello stato di tensione tra gli Stati Uniti e l’Unione Sovietica venne sancita di lì a poco, nel corso di un incontro tra i presidenti George H. W. Bush e Mikhail Gorbaciov che ha avuto luogo il 2-3 Dicembre a Malta, nella cittadina di Birzebugga, situata a sud dell’isola.

I leader delle due potenze mondiali si scambiarono una stretta di mano e dichiararono la fine di ogni tensione in questo villaggio che si affaccia sul mare, dove ancora oggi è situato un memoriale a ricordo di quello storico incontro.

Ma perché proprio a Malta? La scelta fu simbolica, per quello che l’arcipelago rappresentava allora e rappresenta ancora oggi. Ossia un punto di incontro al centro del Mediterraneo, dove il nord del mondo incontra il sud, e dove l’est incontra l’ovest.

E ancora oggi Malta è un importante crocevia internazionale.

Dal punto di vista culturale: vedi le influenze arabe, anglosassoni e italiane, e quelle portate da un gran numero di stranieri che arrivano da ogni parte del mondo per vivere e lavorare, favorendo l’abbraccio tra popoli, culture, usanze e tradizioni.

Malta è anche un crocevia dal punto di visto politico, in quanto punto di contatto tra l’Europa e l’Africa, anch’esso ricordato da un memoriale installato a La Valletta per ricordare il vertice dei leader europei sui migranti che si è tenuto nel 2015. Malta è l’ultima frontiera europea al confine con l’Africa, l’ultima frontiera dell’Occidente al confine con l’Oriente, e – non va dimenticato – un importante tassello del Commonwealth, l’organizzazione internazionale delle ex colonie britanniche che con la Brexit potrebbe riprendere uno slancio notevole come potenza politica ed economica a livello mondiale.

Malta è infine, e forse oggi in particolare, un crocevia commerciale. Una delle migliori basi per le imprese, in arrivo anche dall’estero, che vogliono aprire le loro porte verso i mercati di tutto il mondo. Questo grazie a un’economia fiorente, sostenuta anche dalla presenza di un porto adibito alle navi cargo e portacontainer con aree di stoccaggio che è sorto proprio a Birzebugga: quel villaggio dove 20 anni fa si incontrarono le due persone più influenti del mondo, e dove oggi si incontrano le merci provenienti da – e destinate verso – ogni parte del mondo.

Giovanni Guarise
Giovanni Guarise
Giornalista professionista dal 2010, nel corso degli anni da freelance ha dedicato particolare attenzione al mondo della Piccola e Media Impresa, realizzando approfondimenti e focus per diversi quotidiani, e collaborando nelle attività di comunicazione per un'associazione di categoria in Veneto
Siamo partner dispot_img
spot_img
spot_img

LIFE FOSTER  pubblicati i risultati del progetto per prevenire lo spreco alimentare

l'Istituto del Turismo ed il Malta Business Bureau di Malta coinvolto nel progetto life foster per ridurre la percentuale degli sprechi alimentari nel settore della ristorazione.

L’incentivo fiscale per l’impiego di personale altamente qualificato

Lo sviluppo e l'espansione delle industrie basate sulla conoscenza richiedono la disponibilità di risorse umane. Tali risorse possono essere sviluppate attraverso l'istruzione e la...

Internazionalizzazione: l’incentivo per progetti di collaborazione

L'International Trade Promotion Incentive Scheme (ITPIS) mira a sostenere le imprese maltesi che desiderano internazionalizzare la propria attività, o che già esportano e vogliono...

speciale finanziamenti
Scopri le novità nella sezione dedicata