venerdì, Giugno 21, 2024
spot_imgspot_img
HomeEconomiaDBRS Morningstar conferma il giudizio "A" su Malta

DBRS Morningstar conferma il giudizio “A” su Malta

L’agenzia di rating internazionale DBRS Morningstar conferma la ripresa e le ottime prospettive di crescita economica per Malta, rinnovando il giudizio “A” con outlook stabile.

Il report diffuso dagli analisti economici di DBRS parla di un’economia maltese che si è ripresa più velocemente del previsto dallo shock della pandemia Covid-19, nonostante una parziale ripresa del turismo soltanto nel 2021. Le prospettive economiche del Paese restano solide, grazie in particolare a un rilancio più completo dell’afflusso di turisti, a un bilancio sano del settore privato, a un sostegno fiscale consolidato e ai fondi europei.

Tuttavia, il potenziale impatto economico dell’invasione russa dell’Ucraina e, in misura minore, l’evoluzione del coronavirus offuscano tali prospettive, come del resto per tutti i Paesi europei. Sebbene il Paese abbia legami commerciali ed energetici limitati con la Russia e l’Ucraina, Malta rimane vulnerabile all’impatto del conflitto attraverso l’indebolimento della domanda esterna, l’aumento dell’inflazione e l’inasprimento delle condizioni di politica monetaria.

Sempre secondo DBRS, i solidi risultati fiscali di Malta e gli sforzi di riduzione del rapporto debito/PIL compiuti prima della pandemia hanno creato un prezioso margine di manovra per sostenere l’economia. Mentre la ripresa economica sta contribuendo a riequilibrare i parametri fiscali dopo il grave deterioramento del 2020, le misure per affrontare gli effetti della pandemia e per mitigare l’impatto dell’inflazione continuano a pesare sulle finanze pubbliche. Ciononostante, il bilancio maltese resta favorevole e l’agenzia prevede un graduale ritorno a una posizione fiscale più sana, sostenuta dalle prospettive di crescita e dalla prevista eliminazione graduale delle misure temporanee.

L’appartenenza di Malta all’area dell’euro, il livello moderato del debito pubblico, la solida posizione esterna e la forte posizione finanziaria delle famiglie sostengono il rating A (alto) del Paese. D’altra parte, l’economia piccola e aperta di Malta rimane esposta agli shock della domanda esterna o della fiducia. In questo senso, il settore turistico – un’importante fonte di reddito, occupazione e investimenti a Malta – rappresenta una potenziale vulnerabilità se la situazione della pandemia dovesse peggiorare.

Allo stesso modo, l’attrattiva di Malta per gli investimenti stranieri resta a livelli elevati grazie soprattutto alla recente uscita dalla lista grigia dell’organismo di vigilanza internazionale GAFI, arrivato grazie a numerose riforme attuate nell’ultimo anno per rafforzare le politiche in materia di antiriciclaggio. D’altro canto, nonostante la solidità delle finanze pubbliche maltesi, le sfide a medio-lungo termine potrebbero essere influenzate dalle passività contingenti, dai cambiamenti nella tassazione internazionale che incidono sull’attrattività del sistema fiscale per le imprese straniere o dall’aumento della spesa legata all’età.

DISCLAIMER

Questo articolo fornisce solo informazioni generali e non sostituisce in alcun modo la consulenza professionale. Si raccomanda di consultare un professionista qualificato prima di prendere qualsiasi decisione importante in merito a questioni finanziarie, legali o di altro tipo. L'autore e la pubblicazione non sono responsabili per eventuali errori o danni causati dall'utilizzo delle informazioni contenute in questo articolo.

Siamo membrispot_img
spot_img

Programma Interreg Italia-Malta 2021-2027: una nuova era di cooperazione transfrontaliera

La nuova iniziativa Interreg cruciale per lo sviluppo socio-economico nel cuore del Mediterraneo, per promuovere innovazione, sostenibilità ambientale e ricchezza culturale.

Horizon Europe: Nuovi Bandi da Oltre 290 Milioni di Euro per Innovazione Digitale e Spaziale

La Commissione Europea lancia i bandi Horizon Europe con un budget di oltre €290 milioni per promuovere l'innovazione digitale, spaziale e industriale.

Bando Europa Creativa 2024: Finanziamenti per Progetti Culturali Transnazionali

Aperto il bando Europa Creativa 2024, offre finanziamenti a progetti culturali transnazionali con un focus su innovazione, inclusione sociale e digitalizzazione. Scadenza: 23 gennaio 2024.

speciale finanziamenti
Scopri le novità nella sezione dedicata