Economia

I 100 giorni di Abela: “Più fiducia nelle istituzioni e gratitudine per gli stranieri”

Redazione
Written by Redazione

Il Primo Ministro maltese Robert Abela ha lanciato un messaggio alla nazione per fare il punto sui primi 100 giorni del suo Governo: un periodo caratterizzato, neanche a dirlo, da un lavoro senza sosta per far fronte all’emergenza sanitaria causata dalla pandemia Covid-19 e dall’emergenza economica ad essa collegata.

In tale scenario, il premier ha rivolto il suo pensiero agli stranieri che in questi mesi sono rimasti a Malta per lavorare al fianco delle persone in difficoltà, esprimendo loro piena gratitudine:

Ci sono più di 2.000 cittadini dell’UE che lavorano nella pubblica amministrazione, nella difesa, nell’istruzione, nella sanità e nei servizi sociali, e quasi 3.000 cittadini extracomunitari. Il sacrificio che fate ogni giorno è incommensurabile. In questo tempo di bisogno, siete rimasti al nostro fianco. Lontano dal vostro Paese e dalle vostre famiglie, impegnati in ogni momento per salvare la vita dei maltesi e dei gozitani. Lasciate che vi assicuri che il vostro servizio alla nostra Repubblica non rimarrà senza ricompensa.Vi siete guadagnati l’eterna gratitudine delle famiglie maltesi e gozitane. Se aveste scelto di tornare nel vostro Paese, molto probabilmente avremmo perso la nostra battaglia. Invece, con incredibile dedizione, avete scelto di stare con noi“.

Per quanto riguarda l’operato del Governo nei 100 giorni appena trascorsi, Abela ha affermato di aver preso decisioni senza precedenti per migliorare la qualità della vita delle persone e non rendere vani gli sforzi compiuti dal precedente esecutivo dopo la crisi istituzionale di fine 2019.

Il Primo Minsitro ha ricordato le riforme istituzionali, i cambiamenti per rafforzare lo stato di diritto e il buon governo, il consenso raggiunto con le opposizioni per la nomina del capo di giustizia, l’ormai prossima nomina del commissario nazionale di polizia attraverso una procedura del tutto trasparente, l’avanzamento dei progetti infrastrutturali, la costruzione e la manutenzione delle scuole, l’edilizia sociale, le politiche ambientali e il nuovo piano per la gestione dei rifiuti.

Abela ha infine ricordato che secondo gli indicatori della Commissione Europea, la fiducia tra le imprese e le famiglie ha registrato il più forte aumento mensile degli ultimi 15 anni.

Condividi l'articolo

About the author

Redazione

Redazione