Economia

Budget 2020: il punto di Sergio Passariello

Sergio Passariello

Ripercorriamo le previsioni e gli interventi principali della manovra di bilancio 2020

Condividi l'articolo

L’economia maltese continua a mostrare segnali di crescita che si rinnovano anche per il 2020, nonostante un “rallentamento controllato” annunciato in sede di presentazione del Budget 2020 da Edward Scicluna, ministro delle Finanze uscente, che con il nuovo Governo Abela ha lasciato la sua delega al giovane Silvio Schembri.

Un contenimento quasi necessario, per dare ossigeno a un Paese che ha avvertito la pressione, anche in termini di servizi e infrastrutture, di uno sviluppo senza freni, che per cinque anni ha segnato numeri da capogiro.

I numeri restano comunque del tutto lusinghieri: il Pil dovrebbe crescere del +4,7%, dopo il 5,3% del 2019 e il 7,1% del 2019, restando sempre di gran lunga superiore (+1,4%) alla crescita media dell’Unione Europea.

I servizi finanziari, l’iGaming e il turismo si confermano come i motori trainanti di questa rinnovata crescita, e la situazione occupazionale rimane solida con oltre il 90% dei nuovi posti di lavoro creati nel settore privato e l’occupazione in crescita del 4,1% in un anno.

Allo stesso tempo il debito pubblico, oggi pari a circa il 45,8% del PIL, nelle previsioni del Budget continuerà a scendere fino al 40,4% nel 2020.

Bene dunque i numeri messi in previsione per il 2020, con il governo che deve prendere atto anche delle previsioni economiche ridotte a livello globale, che inevitabilmente hanno un effetto anche nell’economia nazionale, nonostante le tendenze opposte rispetto agli altri Paesi occidentali.

Va sottolineato, inoltre, che pur senza avere adottato grandi misure “intimidatorie” per la lotta all’evasione, Malta risulta al quarto posto tra gli Stati membri dell’UE in termini di minore evasione dell’IVA. Nel 2019, infatti, l’evasione fiscale è stata ridotta dell’8% nel corso di un anno. A dimostrazione che la miglior misura per contrastare l’evasione è l’applicazione di una tassazione sostenibile.

Ripercorriamo le principali novità economiche dell’anno appena iniziato:

  • Il bilancio 2020 non include nuove imposte o altri proventi di raccolta riferiti a tassazione diretta ed indiretta;
  • I lavoratori avranno un giorno in più di vacanza (27 in tutto nel corso dell’anno) per compensare le festività pubbliche che cadono nei weekend;
  • Le prime 100 ore di straordinario per i dipendenti la cui retribuzione di base non supera i 20.000 € e che non ricoprono una posizione dirigenziale saranno tassate con un’aliquota del 15%;
  • I rimborsi fiscali ai lavoratori compresi tra € 40 e € 68 saranno distribuiti ai lavoratori con un reddito annuo fino a 60 mila euro;
  • Il processo di conformità fiscale sarà semplificato e verrà introdotto un nuovo sistema che consente alle coppie di presentare dichiarazioni fiscali separate e di essere valutate separatamente;
  • Aumento delle pensioni pari a € 3,51 a settimana in aggiunta alla COLA (adeguamento al costo della vita);
  • La soglia di esenzione fiscale per i redditi da pensione sale a € 15.798 per le coppie sposate che vivono con una pensione, e a € 13.798 negli altri casi;
  • L’indennità aggiuntiva per le persone di età pari o superiore a 65 anni a rischio di povertà aumenta di € 50;
  • La sovvenzione per le persone di età pari o superiore a 80 anni che vivono nelle loro case o con parenti aumenta di € 50;
  • Le persone che risiedono in una casa per anziani ricevono una sovvenzione di € 300. Questa sovvenzione aumenta a € 350 per le persone di età superiore a 80 anni;
  • Un “bonus bebè” di € 300 viene introdotto per la nascita o l’adozione di un bambino;
  • Con effetto dal 15 ottobre 2019, gli acquirenti di una prima casa saranno esentati dai primi € 175.000 anziché dai primi € 150.000;
  • Gli individui che acquistano o ereditano case in cui intendono stabilire la propria residenza beneficeranno di un’aliquota ridotta del 3,5% sui primi € 175.000;
  • Le persone di età inferiore ai 40 anni saranno aiutate a finanziare il deposito iniziale richiesto per acquisire una proprietà. L’assistenza ammonterà a un massimo di € 17.500 rimborsabili entro 15 anni. Qualsiasi interesse su tale deposito sarà coperto dallo Stato;
  • Gli utili derivanti dalla cessione di diritti su una promessa di vendita relativa a beni immobili saranno tassati con un’aliquota fiscale finale del 15% sui primi € 100.000. Gli utili superiori a € 100.000 saranno tassati al 35%;
  • Rinnovato il programma di rimborsi per il restauro di vecchie abitazioni;
  • L’a riduzione dell’1,5% dell’aliquota sul trasferimento di imprese familiari è prorogata di un altro anno, fino alla fine del 2020 (attualmente applicabile fino alla fine del 2019);
  • Gli acquisti di proprietà, automobili, barche e yacht, diamanti, pietre preziose e opere d’arte non possono essere effettuati mediante pagamenti in contanti per una quota superiore a 10.000 €;
  • La nuova agenzia “Financial Organised Crimes Agency” sarà istituita come parte degli sforzi per combattere il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo;
  • Malta Enterprise concederà una sovvenzione fino a un massimo di € 200.000 agli operatori del settore delle costruzioni che scelgono di sostituire i macchinari esistenti con nuovi macchinari rispettosi dell’ambiente, a condizione che i vecchi macchinari vengano demoliti;
  • A partire da gennaio 2020 verrà concesso un contributo pari al 25% del costo (limitato a € 1.000) per l’acquisizione di batterie che immagazzinano energia rinnovabile;
  • Esenzione dei veicoli elettrici e ibridi dalla tassa di immatricolazione prorogata di un altro anno;
  • Incentivi per la produzione di energia da fonti rinnovabili;
  • Sovvenzione fino a € 3.000 ai negozi che introducono al loro interno angoli verdi;
  • Aumento di € 11,40 a settimana degli aiuti alle persone con disabilità grave che non sono in grado di lavorare;
  • Sovvenzione per le attrezzature specializzate utilizzate dalle persone con disabilità in aumento di € 400 a un massimo di € 1.000;
  • Investimento di oltre € 7.000.000 per lo sviluppo dell’Università di Malta e MCAST;
  • Le persone che scelgono di studiare una lingua straniera all’estero potranno beneficiare di una sovvenzione fino a un massimo di € 850;
  • Miglioramento del credito d’imposta di avvio per le nuove imprese costituite a Gozo;
  • Incentivi fiscali sulle spese di trasferimento per le società che si trasferiscono a Gozo e per le società che forniscono telelavoro e lavoro di back office da Gozo;
  • L’importazione e la produzione di alcune materie plastiche monouso saranno vietate dal 1° gennaio 2021. La vendita e la distribuzione delle stesse saranno vietate dal 1° gennaio 2022;
  • Un progetto di gasdotto tra Malta e la Sicilia per la fornitura della centrale elettrica di Delimara dovrebbe essere completato entro il 2024 con un investimento di 400 milioni di euro.
  • Lo schema di rottamazione dei veicoli continuerà a essere disponibile con sovvenzioni fino a un massimo di € 1.500.

Riproduzione riservata ©

Condividi l'articolo

About the author

Sergio Passariello

Sergio Passariello

Blogger, consulente aziendale ed imprenditore