La Camera di Commercio di Malta (MCC) ha condotto una nuova indagine tra i suoi membri per valutare le opinioni delle imprese di fronte al continuo stress economico e ai benefici delle misure di sostegno alle imprese durante l’emergenza coronavirus.

In base ai risultati emergi, Malta Chamber of Commerce torna a chiedere un nuovo approccio nel fornire aiuti in termini di sussidi per i lavoratori, adottando come criterio di base per gli interventi la perdita di fatturato registrata negli ultimi mesi, anziché il settore di appartenenza.

La Camera ha dunque proposto al governo una strategia concreta di uscita dalla crisi, colmando le perdite di ogni singola azienda per favorirne la ripartenza e salvaguardare i posti di lavoro, senza rischiare l’esclusione di realtà produttive o commerciali appartenenti a settori particolari.

Altre proposte avanzate nelle ultime settimane dalla MCC hanno riguardato gli affitti, che continuano ad emergere come una grave preoccupazione per le aziende che stanno vivendo situazioni di mancati introiti o passività. In particolare, nelle ultime settimane, la Camera ha chiesto di rinunciare agli affitti che le aziende devono versare alla Lands Authority e a Malta Industrial Parks per la gestione di spazi di proprietà pubblica.

Per conoscere gli auti del Governo maltese legati all’emergenza coronavirus consultare la pagina dedicata di Malta Enterprise: https://covid19.maltaenterprise.com/