Approvato dall’Autorità di Gestione, con DDG 584/5u6-DRP del 29 Settembre 2020, il Progetto “AMPPA” (Aree Marine Protette e Pesca Artigianale Gestione integrata attraverso la sensibilizzazione ed educazione ambientale), presentato dall’Area Marina Protetta “Isole Egadi”, in qualità di Ente capofila, a valere sulla call 2/2019 del programma di Cooperazione Territoriale Europea INTERREG V Italia -Malta 2014-2020.

Il progetto, della durata triennale, oltre all’Area Marina Protetta, include nel partenariato il Dipartimento della Pesca Mediterranea della Regione Siciliana, l’Area Marina Protetta “Isola di Ustica” ed i comuni maltesi di Gharb e Ghajnsielem, gestori di aree marine protette nel territorio maltese.

Un progetto ambizioso, con un budget complessivo di € 1.840.000,00, di cui € 668.000,00 destinati al territorio egadino, per interventi concreti, azioni di sensibilizzazione e scambi di buone pratiche finalizzati a raggiungere l’obiettivo del contrasto alla perdita della biodiversità, in particolar modo legata alle attività di prelievo della risorsa alieutica, nell’ottica della gestione integrata.

E’ il primo progetto che l’Area Marina Protetta si aggiudica come capofila” spiega il Direttore Dott. Salvatore Livreri Console “un banco di prova importante, ma anche indice di fiducia per il lavoro svolto in questi anni. AMPPA è un progetto internazionale con un finanziamento significativo per il territorio. Come tutti i progetti INTERREG, inoltre, consente di ampliare le proprie prospettive, attraverso uno scambio di buone pratiche e una condivisione di misure gestionali con altre aree del Mediterraneo“.

Un altro progetto italiano guarda si estende quindi alle isole maltesi, dopo l’iniziativa dell’associazione di categoria pugliese UNCI Agroalimentare, che di recente ha promosso un Piano Triennale della Pesca rivolto anche alla comunità di pescatori dell’arcipelago per offrire le basi di una visione comune dell’economia e della tutela del mare in tutto il Mediterraneo.

La presentazione del Piano Triennale di UNCI, rivolto anche agli operatori della pesca maltesi, sarà trasmessa prossimamente nei canali di Malta Business, con la presenza di esperti del settore e del Presidente UNCI, Gennaro Scognamiglio.