Inizio d’anno col botto per l’aeroporto internazionale di Malta, che nel mese di gennaio ha registrato un traffico in crescita di un notevole 14,2 per cento, superando per la prima volta la soglia di 400.000 passeggeri.

Sono stati infatti ben 418.096 i passeggeri transitati attraverso l’aeroporto durante il primo mese dell’anno: un numero paragonabile al traffico gestito dall’aeroporto dieci anni fa durante il suo mese estivo di punta.

Il traffico ha raggiunto il picco il quarto giorno di gennaio – raggiungendo quasi 21.000 movimenti di passeggeri – poiché molti sono rientrati a casa alla fine del periodo festivo.

Allo stesso tempo la capienza dei posti è aumentata dell’11,3 per cento, mentre il fattore di carico dei sedili (SLF), che misura l’occupazione dei posti a bordo dei voli da e per l’aeroporto internazionale di Malta, ha guadagnato 1,8 punti percentuali per raggiungere il 71,0 per cento.

Gennaio ha visto l’Italia (+ 9,8 per cento) in cima alla lista dei Paesi con il maggior traffico passeggeri nell’aeroporto: non accadeva da undici mesi. Il mercato italiano è stato seguito da Regno Unito (+5,1 per cento), Germania (-9,6 per cento), Francia (+39,4 per cento) e Spagna (+12,5 per cento).

Il fenomenale tasso di crescita del mercato francese può essere in parte attribuito al fatto che le rotte Lione e Nantes sono state attive per la prima volta nei mesi invernali.

Dati pubblicati il 7 Febbraio 2020

Con l’occasione, condividiamo nuovamente il video di presentazione del futuro aeroporto maltese: