lunedì, Maggio 23, 2022
spot_imgspot_img
HomeEconomiaUso di assegni e transazioni bancarie: la nuova direttiva

Uso di assegni e transazioni bancarie: la nuova direttiva

Con l’inizio del nuovo anno, il 1° Gennaio 2022, è entrata in vigore la direttiva n. 19 sull’uso di assegni e sulle transazioni bancarie ai sensi del CENTRAL BANK OF MALTA ACT (Cap. 204).

Questa direttiva mira a garantire l’uso sicuro ed efficace di assegni bancari e circolari, definiti “strumenti cartacei”, per ridurre i rischi legali e operativi legati a tali strumenti di pagamento.

Ecco un riassunto delle principali disposizioni contenute nella direttiva:

  • Gli assegni saranno incassati o accreditati solo alla persona indicata dal pagatore
  • Gli assegni non possono essere datati a una data futura, e possono essere accettati in ogni caso se presentati prima di tale data futura
  • Gli assegni superiori a 5.000 euro possono essere depositati solo sul conto del beneficiario
    Gli assegni non possono essere emessi per importi pari o inferiori a 20 euro
  • Le forniture di assegni saranno ritirate se vengono emessi ripetutamente assegni che non possono essere onorati
  • I fornitori di servizi garantiranno che tutte le informazioni relative agli assegni siano conservate per almeno cinque anni
  • Gli utenti che violano il regolamento sono soggetti a multe fino a 200 euro per ogni infrazione.

Ecco invece un riassunto dei principali regolamenti della direttiva:

  • Le restrizioni imposte dai regolamenti si applicano a chiunque anche se per un venditore privato non registrato
  • Il Regolamento vieta a chiunque di effettuare o ricevere pagamenti, o comunque effettuare transazioni in contanti, per un importo pari o superiore a 10.000 euro o il suo equivalente in qualsiasi altra valuta, sia in un’unica transazione che in più transazioni collegate, per l’acquisto o la vendita di beni di antiquariato, beni immobili, gioielli e pietre preziose, veicoli a motore, imbarcazioni e opere d’arte
  • Il superamento del suddetto limite di transazioni in contanti costituisce un’infrazione che rende il trasgressore passibile, su condanna della Corte di Giustizia penale, di un’ammenda (multa) o di un procedimento penale a seconda dei casi
  • L’inosservanza da parte dei commercianti e dei notai delle procedure e delle prescrizioni emanate dalla FIAU comporta una sanzione amministrativa non superiore a 5.000 euro.
Siamo partner dispot_img
spot_img
spot_img

Change to Grow: l’incentivo per la trasformazione dei processi aziendali

La pandemia ha colpito le aziende con conseguenze che si ripercuoteranno sull'organizzazione del loro processo di business al di là della situazione attuale. Le...

M.I.C.E Business Scheme: il sostegno a fiere ed eventi

Per sostenere il rilancio economico del Paese anche attraverso il settore degli eventi e rendere attrattiva la scelta di Malta nel post Covid, l'ente...

Business Start: il sostegno per sviluppare le tue idee

Molte persone hanno avuto idee improvvise e interessanti ad un certo punto della loro vita, ma la maggior parte di queste intuizioni alla fine...

speciale finanziamenti
Scopri le novità nella sezione dedicata