Finanziamenti

Covid-19: banche maltesi corrono in aiuto delle imprese

Redazione
Written by Redazione

Anche le banche maltesi si attivano per sostenere le imprese in difficoltà a causa dell’emergenza coronavirus. Riportiamo di seguito le indicazioni pubblicate da tre istituti di credito, ma invitiamo in ogni caso gli imprenditori a consultare direttamente il sito delle banche di riferimento o a mettersi in contatto con un referente.


BOV (Bank of Valletta) ha messo a disposizione 10 milioni di euro da investire in sospensioni dei mutui per un periodo da tre a 12 mesi, cancellazione di costi per accesso ai servizi di internet banking, fornitura di capitale temporaneo a clienti che soffrono di carenze di liquidità.

I termini per la fornitura di capitale circolante diretto sono per un periodo di sei mesi ad un tasso del 3,5% rimborsabile in dodici mesi a zero. Ogni caso verrà analizzato nel merito e sarà comunque soggetto ad approvazione, mentre il prestito massimo per cliente non potrà superare 500.000 €. Ciò per garantire che il fondo assegnato venga reso disponibile al maggior numero possibile di clienti.

Altre iniziative di assistenza possono essere prese in considerazione in base alle esigenze specifiche del cliente. Le imprese devono contattare il proprio Relationship Manager, che fornirà ulteriori informazioni su come la Banca potrà correre in soccorso.

La Banca sta monitorando la situazione attuale costantemente, in stretta collaborazione con il Governo e le autorità sanitarie, e promette di ricorrere a tutte le misure necessarie per garantire un sostegno continuo alla comunità imprenditoriale.


Nei confronti delle imprese clienti che soddisfano determinati criteri HSBC Malta ha lanciato una serie di interventi : sospensione della restituzione dei prestiti, finanziamenti temporanei a breve termine a zero costi, emissione delle garanzie di spedizione e rinuncia alle tasse d’urgenza, rinuncia alle commissioni di modifica sulle lettere di credito coinvolte da ritardi.

Joyce Grech, responsabile commerciale presso HSBC Malta, ha dichiarato: “L’esplosione dell’emergenza coronavirus sta avendo un impatto significativo sull’economia globale e, naturalmente, anche Malta è colpita. Mentre entriamo in quello che è probabilmente un periodo difficile, in particolare per le imprese in determinati settori, HSBC Malta è determinata a fare tutto il possibile per fornire il sostegno di cui i nostri clienti hanno bisogno. Man mano che la situazione si evolverà, HSBC Malta continuerà a monitorare la situazione e valutare quali ulteriori misure potrebbero essere necessarie“.

I clienti commerciali di HSBC Malta che ritengono di aver bisogno di supporto a causa dell’impatto del coronavirus sulla propria attività, sono invitati a contattare il proprio Relationship Manager che sarà in grado di fornire indicazioni sui passi successivi da compiere. Ogni richiesta di supporto sarà poi valutata caso per caso.


Anche Lombard Bank Malta plc ha contattato ciascuno dei suoi clienti debitori offrendo assistenza per soddisfare i requisiti di flusso di cassa che potrebbero derivare dall’impatto negativo dell’epidemia COVID-19.

Consapevole del fatto che questo focolaio si tradurrà in conseguenze negative sulle attività dei suoi clienti commerciali, Lombard Bank ha assegnato € 12,5 milioni, per fornire capitale temporaneo a quei clienti che affrontano carenze temporanee di liquidità“, ha dichiarato la banca in un comunicato.

Il fondo di Lombard sarà messo a disposizione a condizioni favorevoli, compreso un tasso di interesse di debito fisso del 2,5% annuo per importi fino a € 350.000 e per un periodo fino a 18 mesi. Ogni caso sarà trattato in base ai propri meriti e nel rispetto dei criteri di prestito, mentre non saranno addebitate commissioni bancarie.

Condividi l'articolo

About the author

Redazione

Redazione