Accordi bilaterali Economia

Malta: Delegazione commerciale in Tunisia. Si rafforza l’asse commerciale con l’Africa.

Il presidente della repubblica di Malta, Marie-Louise Coleiro Preca, è in visita ufficiale in Tunisia ed aprirà il business forum maltese-tunisino.

Il forum , organizzato dalla Malta Chamber of Commerce insieme alla Camera di Commercio tunisina, sarà uno dei momenti più salienti della visita di stato maltese, al fine di rendere i rapporti commerciali tra le due nazioni più solidi.

Il Presidente Coleiro Preca è stato accolto con entusiasmo dal ministro degli Affari tunisino Esteri Khemaies Jhinhaoui, dal direttore del governo presidenziale Mohamed Selim Azzabi, del governatore di Tunisi Chedly Boullegue, oltre che dal presidente della Regione municipale di Bab Bhar Habib Hamrouni e dal console presso l’ambasciata maltese Bernard Mifsud.

Ad accompagnare il Presidente Coleiro Preca ci sarà il Ministro degli Esteri Carmelo Abela ed il ministro dell’economia Chris Cardona.

Va evidenziato che i rapporti tra i due Stati in prospettiva potranno generare molte positività, in particolare nel settore energetico.

Infatti, Malta potrebbe importare fino a 4,5 gigawatt di energia solare dal deserto del Sahara entro il 2020 se i progetti elaborati dalla società dell’energia solare TuNur Limited, per la costruzione di un’enorme centrale solare – grande quanto le dimensioni di Malta stessa – fossero approvati dalle autorità tunisine.

TuNur Limited è una società privata con sede nel Regno Unito. I suoi principali azionisti sono lo sviluppatore di energia solare Nur Energie Limited e gli investitori tunisini e maltesi, tra cui il gruppo Zammit.

L’azienda intende esportare energia solare attraverso tre cavi sottomarini HVDC. Secondo la società, la prima fase operativa prevede la posa di un primo cavo tra Tunisia e Malta.

L’azienda, già nell’agosto 2017 in un articolo pubblicato sul Time of Malta, spiegava che il primo cavo avrebbe collegato Tunisia e Malta, in quanto l’isola mediterranea è già collegata alla rete energetica europea e questo avrebbe contribuito a rafforzare la posizione di Malta come hub energetico, al centro del Mediterraneo.

Anche Air Malta, la compagnia di bandiera maltese, da luglio scorso ha aumentato i voli da e per la Tunisia. Nel primo mese di funzionamento oltre 1.500 passeggeri hanno viaggiato sulla nuova rotta di Air Malta.

Dopo un’assenza di otto anni dalla capitale tunisina, la compagnia aerea maltese ha ripreso i propri servizi inizialmente con voli programmati tre volte la settimana a partire dal 26 giugno.

Un altro tassello posto dal piccolo paese europeo, volto a consolidare il ruolo di Malta nei rapporti con l’Africa, dopo il viaggio dei mesi scorsi in Ghana. (Leggi anche presidente-malta-conduce-la-delegazione-commerciale-ghana)

 

 

 

info autore

Sergio Passariello

Sergio Passariello

Blogger, consulente aziendale ed imprenditore