Per aiutare le aziende e i lavoratori autonomi a prendere in affitto locali industriali e artigianali privati, il Governo maltese ha lanciato il programma Industrial Rent Subsidy.

Come annunciato dal ministro dell’Economia, Silvio Schembri, sono stati stanziati 2.500.000 euro per aiutare chiunque lo richieda a prendere in affitto gli spazi necessari per la propria attività economica.

L’iniziativa – ha precisato il ministro in una conferenza stampa – non è in alcun modo legata all’emergenza coronavirus, ma all’obiettivo di liberare risorse alle imprese per far crescere gli investimenti e la forza lavoro.

Ogni azienda può richiedere un massimo di 75.000 euro per un periodo di 3 anni (25 mila euro ogni anno), arrivando a coprire fino al 50% della spesa di affitto. Il regime di incentivi sarà a disposizione fino al 31 dicembre 2022.

Il programma non è rivolto alle grandi imprese, ma piuttosto alle Pmi e alle cooperative, nonché alle imprese autonome registrate.

I richiedenti – infatti – devono avere un numero di dipendenti pari o inferiore a 100 persone, assunte con un contratto a tempo pieno. e un fatturato annuo che non superi i 10 milioni di euro nei due anni precedenti.

Tra le imprese che possono beneficiare di questo regime vi sono quelle piccole aziende che necessitano di officine per fornire servizi di riparazione o manutenzione di macchinari, attrezzature o veicoli a motore, nonché imprese manifatturiere e altre attività industriali o artigianali.

Sono esclusi dalle richieste gli spazi che sono di proprietà di persone legate in diversi modi al richiedente, di proprietà pubblica e anche showroom e aree espositive.

Per ottenere maggiori dettagli su come ottenere gli incentivi del Governo o avere una consulenza gratuita contatta gli uffici di Malta Business Agency compilando il seguente form: