giovedì, Giugno 20, 2024
spot_imgspot_img
HomeStart upStartup esentate dalle prime due revisioni di bilancio

Startup esentate dalle prime due revisioni di bilancio

A Malta le startup sono esentate dall’obbligo di effettuare una revisione di bilancio per i primi due anni: lo stabilisce un provvedimento (avviso legale n. 101) inserito nel pacchetto legislativo per le imprese denominato Companies Act Regulations.

Le nuove imprese sono dunque esonerate dalla necessità di presentare una revisione di bilancio per i primi due esercizi.

Il regolamento sussidiario è stato disposto in sole 2 pagine di facile consultazione, nello spirito di mantenere una burocrazia snella. In queste poche righe, oltre a richiedere che la società sia compresa nella categoria individuata all’interno della parte 5 del Companies Act, sono stati elencati due soli criteri per esentare una società dal dover effettuare una revisione a Malta.

Il primo criterio prevede che tutti i soci dell’azienda siano azionisti qualificati. Il regolamento definisce gli azionisti qualificati come quelli che hanno ottenuto qualifiche classificate almeno al livello di MQF3, dove MQF sta per Malta Qualification Framework.

Il secondo e unico altro criterio richiede invece che l’azienda abbia un fatturato inferiore agli 80.000 euro annui. Se il primo esercizio contabile è invece più lungo di 12 mesi, il limite di 80.000 euro deve essere rimodulato su base proporzionale.

Va precisato che tale esenzione non è automatica ed è applicabile solo per i primi due esercizi. È responsabilità degli amministratori richiedere tale beneficio presentando una lettera al registro delle imprese maltesi per confermare che i criteri di cui sopra siano stati soddisfatti e che la società non si sta avvalendo di altre esenzioni. Questa lettera deve essere inviata entro i primi sei mesi dalla fine dell’anno contabile.

Poi non basterà che attendere la notifica della conferma dell’esenzione, che Malta ha voluto applicare per incentivare le nuove imprese a trasferire la propria sede nell’isola nella convinzione che le startup possano rappresentare la spina dorsale dell’economia del domani.

DISCLAIMER

Questo articolo fornisce solo informazioni generali e non sostituisce in alcun modo la consulenza professionale. Si raccomanda di consultare un professionista qualificato prima di prendere qualsiasi decisione importante in merito a questioni finanziarie, legali o di altro tipo. L'autore e la pubblicazione non sono responsabili per eventuali errori o danni causati dall'utilizzo delle informazioni contenute in questo articolo.

Giovanni Guarise
Giovanni Guarise
Giornalista professionista dal 2010, nel corso degli anni da freelance ha dedicato particolare attenzione al mondo della Piccola e Media Impresa, realizzando approfondimenti e focus per diversi quotidiani, e collaborando nelle attività di comunicazione per un'associazione di categoria in Veneto
Siamo membrispot_img
spot_img

Programma Interreg Italia-Malta 2021-2027: una nuova era di cooperazione transfrontaliera

La nuova iniziativa Interreg cruciale per lo sviluppo socio-economico nel cuore del Mediterraneo, per promuovere innovazione, sostenibilità ambientale e ricchezza culturale.

Horizon Europe: Nuovi Bandi da Oltre 290 Milioni di Euro per Innovazione Digitale e Spaziale

La Commissione Europea lancia i bandi Horizon Europe con un budget di oltre €290 milioni per promuovere l'innovazione digitale, spaziale e industriale.

Bando Europa Creativa 2024: Finanziamenti per Progetti Culturali Transnazionali

Aperto il bando Europa Creativa 2024, offre finanziamenti a progetti culturali transnazionali con un focus su innovazione, inclusione sociale e digitalizzazione. Scadenza: 23 gennaio 2024.

speciale finanziamenti
Scopri le novità nella sezione dedicata