sabato, Aprile 20, 2024
spot_imgspot_img
HomeEconomiaL'economia di Malta cresce nel secondo trimestre 2022

L’economia di Malta cresce nel secondo trimestre 2022

“Sale del 9% la crescita dell’economia di Malta nel secondo trimestre 2022”, è quanto dichiara il primo Ministro maltese Robert Abela in un suo tweet.

Le stime provvisorie dell’Istituto di statistica di Malta, rivelano che l’importo interno lordo (PIL) nel secondo trimestre del 2022 è risultato di 4.100,4 milioni di euro, con un aumento del 14,7% , pari a 526,6 milioni di euro, a confronto dello stesso trimestre 2021, determinando di fatto un aumento dell’8,9% del PIL.
Nel secondo trimestre 2022, il valore aggiunto lordo(GVA) è cresciuto del 15% in termini nominali e del 9% in termini di volume.
Le attività delle industrie e dei servizi sono stati i driver della crescita dell’economia del 9%, le costruzioni hanno avuto invece una rilevanza minima del 0,2% , mentre per l’agricoltura e la pesca, l’impatto sulla crescita è stato neutro.

Nello stesso trimestre del 2021 sono aumentate le attività di servizio e dell’industria in termini di volume, mentre c’è stato un calo nell’attività di pesca, nelle costruzioni e nell’agricoltura.

La crescita dell’economia del settore dei servizi

I principali settori trainanti per la crescita dell’economia dei servizi sono stati: la ristorazione e le attività ricettive (263,1%), la comunicazione e l’informazione (15,3%), commercio all’ingrosso e al dettaglio; il trasporto e deposito (16,9%), riparazione motocicli e autoveicoli (14,6%), l’intrattenimento (10,1%).
Alla crescita positiva del PIL hanno contribuito le imposte nette sui prodotti.
Un altro metodo per il calcolo del PIL è dato dall’approccio alla spesa, risultato che si ha dalla somma della spesa per i consumi totali delle famiglie, delle istituzioni al servizio delle famiglie senza scopo di lucro, delle amministrazioni pubbliche, delle esportazioni nette e gli investimenti lordi.
È stato invece di 4,5 punti percentuali il contributo che ha avuto la domanda interna al tasso di crescita del PIL anno su anno, con la spesa per consumi finali con contributo positivo di 7,5 punti percentuali, mentre gli investimenti lordi hanno avuto un contributo negativo di 3,0 punti percentuali.

Un contributo positivo del 4,5 %  è stato registrato anche dalla domanda esterna, con 9,9% per le esportazioni e il 5,5% per le importazioni. La spesa per consumi finali ha registrato nel secondo trimestre 2022, un aumento del 12,1% in volume, derivato dall’aumento della spesa di famiglie e delle amministrazioni pubbliche.
C’è stata invece una diminuzione del 12,3%  degli investimenti lordi in volume, dovuta agli investimenti fatti per macchinari e attrezzature.
Per quanto riguarda invece le esportazioni e importazioni c’è stato un aumento pari rispettivamente al 6,4% e 3,9%

Il terzo metodo per misurare l’attività economica è il metodo del reddito, che dimostra la distribuzione del PIL fra salari dei dipendenti, imposte sulla produzione e sulle importazioni e  l’avanzo operativo delle imprese. Rispetto al secondo trimestre 2021, l’aumento di 526,6 milioni di euro del PIL nominale è il risultato di un aumento di 141,9 milioni di euro delle retribuzioni dei dipendenti, di un aumento di 297,7 milioni di euro del margine operativo lordo e del reddito misto e di un aumento di 86,9 milioni di euro nella tassazione netta sulla produzione e sulle importazioni.
 
Considerando gli effetti del reddito e delle imposte pagate e percepite dai residenti da e verso il resto del mondo, l’Reddito Nazionale Lordo ai prezzi di mercato per il secondo trimestre del 2022 è stato stimato in 3.786,3 milioni di euro.
Il Primo Ministro ha tenuto a precisare che tenuto conto della crescita economica di Malta, il governo deve garantire che tutti ne abbiano vantaggi e che per questo il problema del costo della vita sarà affrontato nei prossimi mesi.

DISCLAIMER

Questo articolo fornisce solo informazioni generali e non sostituisce in alcun modo la consulenza professionale. Si raccomanda di consultare un professionista qualificato prima di prendere qualsiasi decisione importante in merito a questioni finanziarie, legali o di altro tipo. L'autore e la pubblicazione non sono responsabili per eventuali errori o danni causati dall'utilizzo delle informazioni contenute in questo articolo.

Siamo membrispot_img
spot_img

Programma Interreg Italia-Malta 2021-2027: una nuova era di cooperazione transfrontaliera

La nuova iniziativa Interreg cruciale per lo sviluppo socio-economico nel cuore del Mediterraneo, per promuovere innovazione, sostenibilità ambientale e ricchezza culturale.

Horizon Europe: Nuovi Bandi da Oltre 290 Milioni di Euro per Innovazione Digitale e Spaziale

La Commissione Europea lancia i bandi Horizon Europe con un budget di oltre €290 milioni per promuovere l'innovazione digitale, spaziale e industriale.

Bando Europa Creativa 2024: Finanziamenti per Progetti Culturali Transnazionali

Aperto il bando Europa Creativa 2024, offre finanziamenti a progetti culturali transnazionali con un focus su innovazione, inclusione sociale e digitalizzazione. Scadenza: 23 gennaio 2024.

speciale finanziamenti
Scopri le novità nella sezione dedicata