La Commissione Europea ha approvato un regime di sussidi salariali maltesi da 215 milioni di euro a sostegno delle società operanti nei settori colpiti dall’epidemia di coronavirus. Lo ha annunciato la Commissione europea.

Il regime maltese da 215 milioni di euro aiuterà i datori di lavoro a mantenere un posto di lavoro in questi tempi difficili. Preservare l’occupazione e le competenze è della massima importanza affinché l’economia europea sia in grado di riprendersi efficacemente una volta che la crisi sanitaria si è ritirata“, ha dichiarato la vicepresidente esecutiva della Commissione Ue, Margrethe Vestager, responsabile della politica di concorrenza.

Il regime di sussidi sarà accessibile alle imprese di tutte le dimensioni e anche ai lavoratori autonomi che operano in settori fortemente colpiti dall’attuale crisi sanitaria e dalle misure di contenimento adottate dalle autorità nazionali.

L’obiettivo del regime è preservare l’occupazione ed evitare licenziamenti dei dipendenti in un momento in cui molte attività commerciali sono sospese o ridotte in modo significativo.

La Commissione ha riscontrato che il regime maltese è in linea con le condizioni stabilite nel quadro temporaneo e ha concluso che la misura maltese è necessaria, adeguata e proporzionata per porre rimedio a un grave turbamento dell’economia di uno Stato membro. Pertanto, su questa base, l’esecutivo europeo ha approvato la misura.