sabato, Aprile 20, 2024
spot_imgspot_img
HomeTecnologiaMalta si prepara all'armonizzazione delle normative criptovalutarie dell'UE

Malta si prepara all’armonizzazione delle normative criptovalutarie dell’UE

MFSA mira a rivedere le normative criptovalutarie di Malta in linea con MiCA, garantendo una gestione ordinata per i fornitori di servizi crittografici.

Malta si sta preparando a rivedere le sue normative sulla criptovaluta in armonia con il quadro MiCA dell’Unione Europea, che entrerà in vigore nel 2024. Queste prossime normative rappresentano una pietra miliare significativa in quanto diventeranno le prime regole complete sulla criptovaluta in una giurisdizione importante.

Una volta implementate, le società di criptovaluta a Malta potranno operare in tutta l’UE con un’unica licenza. In quanto membro dell’UE, Malta mira a sincronizzare le sue regole crittografiche con MiCA per facilitare una transizione senza soluzione di continuità per i fornitori di servizi di asset finanziari virtuali (VFA) all’interno del paese, secondo la consultazione del regolatore.

Il MiCA è stato introdotto nel 2020 dalla Commissione europea come parte del pacchetto di finanza digitale. Il regolamento è stato approvato dal Consiglio europeo nel 2022 ed è un tassello importante per lo sviluppo dell’industria delle criptovalute.

Con il recente fallimento di FTX ed altre operazioni simili, la necessità di una regolamentazione in questo spazio economico-finanziario è diventata ancora più necessaria. Il MiCA mira a stabilire un quadro normativo crittografico armonizzato a livello dell’UE e sarà il primo strumento sovranazionale al mondo, che stabilirà un quadro normativo per gli emittenti di criptovalute e i fornitori di servizi di risorse crittografiche, nonché alcuni tipi di risorse crittografiche in generale. Inoltre, il MiCA si applicherà direttamente in tutta l’UE, sostituendo le leggi nazionali esistenti e armonizzando tutte le legislazioni nazionali nel settore delle risorse crittografiche e delle attività correlate.

Implicazioni del framework MICA

Una volta entrato in vigore, il MiCA stabilirà un quadro normativo uniforme per le attività crittografiche e i servizi correlati in tutta l’UE, fornendo maggiore certezza giuridica e coerenza per i partecipanti al mercato e i consumatori e rendendo più facile per i fornitori di servizi di cripto asset operare in tutta l’UE. Tuttavia, il framework non copre tutte le attività, come i token non fungibili (NFT), e gli esperti sostengono che è necessaria una legislazione aggiuntiva per coprire questi pezzi aggiuntivi dell’ecosistema crittografico che non sono coperti dal MiCA o da altre normative esistenti.

L’introduzione del MiCA dovrebbe creare migliori pratiche di conformità per i fornitori di criptovalute, in particolare in termini di attività del mercato primario e di accesso adeguato alle attività del mercato secondario. Mira a promuovere la trasparenza, il buon governo, la protezione dei consumatori e ad attuare misure volte a prevenire gli abusi di mercato e i reati finanziari. Ciò dovrebbe portare a una maggiore fiducia nel mercato delle criptovalute e attirare più investitori istituzionali.

Con l’implementazione del MiCA, ci sarà probabilmente un cambiamento nel mercato delle criptovalute. I fornitori di servizi di cripto (CASP) esistenti dovranno diventare formalmente autorizzati, aderendo a norme specifiche sulla governance, sui requisiti patrimoniali e sui requisiti di trasparenza. Le entità che già forniscono servizi di cripto asset dovranno eseguire una valutazione approfondita delle loro attività e dello stato normativo al fine di iniziare a preparare la documentazione necessaria per richiedere l’autorizzazione.

Impatto del MICA su Malta

Malta è stato uno dei primi paesi a stabilire un quadro normativo crittografico nel 2018, vale a dire il quadro del Virtual Financial Assets (VFA). Questo quadro legislativo si basa sulla direttiva UE sui mercati degli strumenti finanziari (MiFID) e regola le offerte VFA iniziali e delinea i requisiti di licenza per i fornitori di servizi VFA.

Il quadro VFA maltese e il quadro MiCA dell’UE sono molto simili, in quanto entrambi i quadri sono stati basati sulla direttiva sui mercati degli strumenti finanziari (MiFID). Entrambi i framework delineano servizi simili relativi alle criptovalute che attivano un requisito di licenza, comprese le regole e gli obblighi che devono essere soddisfatti dai fornitori di servizi.

A tal proposito La Malta Financial Services Authority (MFSA) di Malta ha già annunciato di aver iniziato a identificare e analizzare le differenze tra il MiCA e il framework VFA per allineare quest’ultimo il più possibile. L’implementazione MiCA garantirà che Malta rimanga in prima linea nel settore delle criptovalute e mantenga il suo vantaggio competitivo.

E’ evidente che il quadro MiCA dell’UE è uno sviluppo importante per l’industria delle criptovalute in quanto stabilisce un quadro normativo armonizzato a livello dell’UE, promuovendo la trasparenza, la buona governance e la protezione dei consumatori sul mercato. Il framework avrà un impatto sui fornitori di servizi di asset crittografici esistenti, creando un cambiamento nel mercato e richiedendo loro di diventare formalmente autorizzati e autorizzati. Avrà anche un impatto su Malta, che ha già stabilito un quadro normativo crittografico, ma è in procinto di allineare il suo quadro con MiCA.

Hai bisogno di assistenza per la tua attività legata alle criptovalute? Contatta Malta Business Agency e sarei ricontattato da esperti professionisti del settore per una prima consulenza. Compila e invia il modulo di contatto.

DISCLAIMER

Questo articolo fornisce solo informazioni generali e non sostituisce in alcun modo la consulenza professionale. Si raccomanda di consultare un professionista qualificato prima di prendere qualsiasi decisione importante in merito a questioni finanziarie, legali o di altro tipo. L'autore e la pubblicazione non sono responsabili per eventuali errori o danni causati dall'utilizzo delle informazioni contenute in questo articolo.

Siamo membrispot_img
spot_img

Programma Interreg Italia-Malta 2021-2027: una nuova era di cooperazione transfrontaliera

La nuova iniziativa Interreg cruciale per lo sviluppo socio-economico nel cuore del Mediterraneo, per promuovere innovazione, sostenibilità ambientale e ricchezza culturale.

Horizon Europe: Nuovi Bandi da Oltre 290 Milioni di Euro per Innovazione Digitale e Spaziale

La Commissione Europea lancia i bandi Horizon Europe con un budget di oltre €290 milioni per promuovere l'innovazione digitale, spaziale e industriale.

Bando Europa Creativa 2024: Finanziamenti per Progetti Culturali Transnazionali

Aperto il bando Europa Creativa 2024, offre finanziamenti a progetti culturali transnazionali con un focus su innovazione, inclusione sociale e digitalizzazione. Scadenza: 23 gennaio 2024.

speciale finanziamenti
Scopri le novità nella sezione dedicata