Lavoro

A Malta, borse di studio annuali ed estive in convenzione con il Ministero degli Affari Esteri

Redazione
Written by Redazione

Borse di studio per studenti universitari e laureati che vogliano trascorrere un periodo di formazione o di ricerca a Malta: il Ministero degli Affari Esteri, in collaborazione con il Governo maltese, ha pubblicato il bando per il finanziamento di 60 borse di studio che scade il 29 febbraio 2016.

Nello specifico, le borse disponibili sono di due tipologie: 18 annuali e 42 estive, quest’ultime finalizzate principalmente alla frequenza di corsi di lingua inglese o per sviluppare progetti di ricerca in convenzione con le università locali.

Per quanto riguarda le borse di studio annuali, queste avranno una durata di 3 – 6 mesi (a partire da ottobre 2016, fino a giugno 2017) e serviranno per sovvenzionare progetti di ricerca in collaborazione col l’Università di malta. Ai selezionati verrà corrisposto un rimborso mensile di 420 euro, assistenza sanitaria gratuita e pagamento delle tasse universitarie (per i soli borsisti selezionati per percorsi di ricerca).

Requisiti per presentare la domanda è il possesso della Laurea magistrale in qualsiasi disciplina e la buona conoscenza certificata della lingua inglese.

Per quanto riguarda le borse estive, invece, la durata del soggiorno sarà di 3 settimane, da svolgere nel periodo compreso tra agosto e settembre 2016. I borsisti potranno seguire i corsi in maniera completamente gratuita e potranno godere di vitto e alloggio senza spese. E’ prevista, inoltra, la totale copertura sanitaria per il periodo della borsa.

La scadenza per presentare domanda è fissata al 29 febbraio 2016. Una copia della domanda d’ammissione deve essere inviata anche all’ambasciata maltese a Roma. Maggiori informazioni sono disponibili sulla pagina del Ministero degli Affari Esteri dedicata alle opportunità di studio all’estero. A questo link, invece, potete scaricare il bando delle borse di studio estive e annuali per Malta.

Condividi l'articolo

About the author

Redazione

Redazione