mercoledì, Settembre 28, 2022
spot_imgspot_img
HomeTurismoTraffico aereo al top: ora la crescita sarà controllata

Traffico aereo al top: ora la crescita sarà controllata

Il traffico aereo a Malta ha forse raggiunto il suo apice: lo sostiene Alan Borg, amministratore delegato di Malta International Airport, in un’intervista al Corriere della Sera.

A novembre – come riporta il quotidiano italiano – l’aeroporto di Luqa ha visto transitare 493 mila passeggeri, l’8,7% in più dello stesso periodo del 2018. I flussi da e per Roma Fiumicino sono stati i più numerosi, con 31.260 persone arrivate o partite (+48%). A livello di Paesi è un testa a testa tra il Regno Unito (108 mila) e l’Italia (101 mila).

Numeri da capogiro, se si pensa che la popolazione maltese è di 494 mila abitanti. Vale a dire che in questo aeroporto transitano oltre 7 milioni di passeggeri, quattordici volte la popolazione e oltre il doppio rispetto ai flussi di un decennio fa.

Ora risulta proibitivo pensare a un aumento progressivo di questi numeri. Secondo Alan Borg, infatti, la crescita deve essere controllata e sostenibile, proporzionata alla dimensione degli spazi e delle strutture.

I nodi da affrontare per il futuro sono invece la Brexit e il flight shaming. La prima non darà probabilmente grosse preoccupazioni in quanto gli inglesi sono particolarmente legati a Malta a prescindere dalla sua permanenza nell’UE. Merita invece la dovuta attenzione il movimento che sensibilizza a non prendere l’aereo per non inquinare: “Il fenomeno – assicura Borg – ha avuto un impatto già quest’anno, soprattutto dalla Scandinavia. Per i giovani è un tema reale, non una moda passeggera, motivo per cui il nostro settore deve raccontare meglio quanto di buono sta facendo“.

Siamo partner dispot_img
spot_img
spot_img

LIFE FOSTER  pubblicati i risultati del progetto per prevenire lo spreco alimentare

l'Istituto del Turismo ed il Malta Business Bureau di Malta coinvolto nel progetto life foster per ridurre la percentuale degli sprechi alimentari nel settore della ristorazione.

L’incentivo fiscale per l’impiego di personale altamente qualificato

Lo sviluppo e l'espansione delle industrie basate sulla conoscenza richiedono la disponibilità di risorse umane. Tali risorse possono essere sviluppate attraverso l'istruzione e la...

Internazionalizzazione: l’incentivo per progetti di collaborazione

L'International Trade Promotion Incentive Scheme (ITPIS) mira a sostenere le imprese maltesi che desiderano internazionalizzare la propria attività, o che già esportano e vogliono...

speciale finanziamenti
Scopri le novità nella sezione dedicata