Lavoro

Neet Activation Scheme II: la formazione professionale a Malta

activation
Avatar
Scritto da Giovanni Guarise

Da una parte le imprese cercano risorse professionali adatte, o da adattare, alle loro esigenze di crescita. Dall’altra i giovani aspirano a inquadrare la loro vita professionale attraverso l’esperienza sul campo per costruire il loro futuro. Come incrociare queste realtà diverse ma complementari?

Condividi l'articolo

Una risposta arriva da Malta, dove il Ministero dell’Educazione e dell’Occupazione offre un’opportunità con il lancio del progetto europeo NEET Activation Scheme II: un percorso rivolto ai ragazzi di età compresa tra i 16 e i 25 anni che desiderano avvicinarsi a un mestiere direttamente sul campo, imparandone i segreti presso un’azienda.

Formazione e pratica si fondono facendo crescere le prospettive occupazionali, ma anche le relazioni sociali e la qualità di vita di giovani che oggi stanno ancora alla finestra, e che possono finalmente rendersi utili per una mission imprenditoriale, trovando retribuzioni e gratificazioni.

Il programma si articola in una prima fase di formazione e inserimento, e in una successiva di pratica e perfezionamento.

Nella prima fase ogni candidato frequenta quattro settimane (80 ore) di formazione di base su competenze trasversali: come come costruire un CV, come prepararsi per un colloquio, sviluppo di capacità motivazionali e comunicative.

Durante la fase 2 entrano in gioco le imprese con il momento cruciale. I partecipanti, su loro scelta, potranno sostenere un tirocinio in azienda di massimo 240 ore, individuato in base a capacità e preferenze del candidato. La durata dell’esperienza è di circa 12 settimane, con 80 ore da svolgersi ogni 4 settimane: si tratta quindi di un orario part-time.

In alternativa all’esperienza in azienda, i giovani possono anche scegliere di continuare la formazione sul piano teorico.

I fondi europei del piano Garanzia Giovani (Youth Guarantee) garantiranno ai partecipanti un’indennità al termine delle due fasi del progetto, in base al tasso di frequenza. Ma soprattutto l’opportunità di farsi conoscere e di mettere un tassello al loro curriculum. E l’occasione alle imprese di puntare lo sguardo su una nuova risorsa nella quale investire.

Condividi l'articolo

info autore

Avatar

Giovanni Guarise

Giornalista professionista dal 2010, nel corso degli anni da freelance ha dedicato particolare attenzione al mondo della Piccola e Media Impresa, realizzando approfondimenti e focus per diversi quotidiani, e collaborando nelle attività di comunicazione per un'associazione di categoria in Veneto