domenica, Maggio 19, 2024
spot_imgspot_img
HomeFiscalitàImpreseIl sistema di rimborso fiscale maltese

Il sistema di rimborso fiscale maltese

Il Rimborso fiscale può essere richiesto quando i redditi sono ripartiti e distribuiti dalla tipologia di “Conto tassato a Malta” e “Conto dei ricavi esteri”. Non può essere invece ottenuto sul reddito attribuito al “Conto fiscale finale” o al “Conto sulla proprietà immobiliare”.

Il rimborso può essere richiesto sia dagli azionisti residenti non permanenti che dagli azionisti non residenti. In certe condizioni, il rimborso delle imposte può anche essere oggetto di ulteriori tasse a Malta.

Gli Azionisti avranno il diritto al rimborso dei 6/7 dell’imposta pagata a Malta, riducendo, in questo modo, l’imposta effettiva al 5%.

Il rimborso dell’imposta può essere richiesto sulla distribuzione di qualsiasi reddito attribuito al “Conto dei ricavi esteri (FIA)” e “Conto tassato a Malta (MTA)” di una società, a titolo di dividendo, a condizione che il reddito non sia qualificato come interesse passivo o la remunerazione a titolo di diritti d’autore e la società non abbia chiesto il doppio rimborso della tassazione dei redditi prodotti all’estero.

Per ulteriori informazioni o richiedere una consulenza contatta gli uffici di Malta Business Agency compilando il seguente form:

Gli azionisti possono richiedere, invece, il rimborso dei 5/7 dell’imposta effettivamente pagata, se il reddito è costituito da:

  • interesse passivo
  • remunerazione a titolo di diritti d’autore
  • se il dividendo viene pagato dal conto aziendale “Conto ricavi esteri” o dal “Conto tassato a Malta”.

Gli interessi e la remunerazione a titolo di diritti d’autore sono considerati passivi nel caso in cui non derivano da transazioni commerciali e sono stati sottoposti alla tassazione estera inferiore al 5 %.

Quando gli interessi e la remunerazione a titolo di diritti d’autore è uguale o inferiore al 5% dell’imposta estera, il rimborso dei 5/7 non può essere richiesto. In questo caso, tuttavia, quello dei 6/7 può essere richiesto.

Il rimborso dei 2/3 dell’imposta pagata a Malta può essere disponibile quando il dividendo viene pagato dal conto aziendale “Conto dei ricavi esteri” e viene richiesta l’esenzione dalla doppia imposizione fiscale.

È anche possibile richiedere la restituzione completa delle imposte pagate per il dividendo, pagato dagli utili derivanti da redditi e profitti derivanti da una “partecipazione holding”, dove l’esenzione per la partecipazione non è beneficiata. Questa tipologia può anche assumere la forma di un rimborso societario.

DISCLAIMER

Questo articolo fornisce solo informazioni generali e non sostituisce in alcun modo la consulenza professionale. Si raccomanda di consultare un professionista qualificato prima di prendere qualsiasi decisione importante in merito a questioni finanziarie, legali o di altro tipo. L'autore e la pubblicazione non sono responsabili per eventuali errori o danni causati dall'utilizzo delle informazioni contenute in questo articolo.

Sergio Passariello
Sergio Passariello
Fondatore della rete "Malta Business", una rete di consulenza, sviluppo e organizzazione aziendale a Malta nonchè CEO di Euromed International Trade che si occupa internazionalizzazione del business e sviluppo commerciale. CEO dell'Accademia Mediterranea di Cultura, Tecnologia e Commercio con sede a Malta, istituto di istruzione superiore autorizzato da MFHEA. Fondatore del CETA BUSINESS FORUM e del CETA BUSINESS NETWORK, il primo ecosistema digitale imprenditoriale per valorizzare i rapporti tra Europa e Canada.

1 COMMENTO

I commenti sono chiusi.

Siamo membrispot_img
spot_img

Programma Interreg Italia-Malta 2021-2027: una nuova era di cooperazione transfrontaliera

La nuova iniziativa Interreg cruciale per lo sviluppo socio-economico nel cuore del Mediterraneo, per promuovere innovazione, sostenibilità ambientale e ricchezza culturale.

Horizon Europe: Nuovi Bandi da Oltre 290 Milioni di Euro per Innovazione Digitale e Spaziale

La Commissione Europea lancia i bandi Horizon Europe con un budget di oltre €290 milioni per promuovere l'innovazione digitale, spaziale e industriale.

Bando Europa Creativa 2024: Finanziamenti per Progetti Culturali Transnazionali

Aperto il bando Europa Creativa 2024, offre finanziamenti a progetti culturali transnazionali con un focus su innovazione, inclusione sociale e digitalizzazione. Scadenza: 23 gennaio 2024.

speciale finanziamenti
Scopri le novità nella sezione dedicata