Il Primo Ministro Robert Abela ha inaugurato a Mġarr la prima centrale a energia solare di Malta, un progetto realizzato dalla società locale Solar Solutions in collaborazione con AX Group e PX Lettings.

Il progetto di questa nuova centrale elettrica a energia pulita è stato realizzato in un’area che prima ospitava una cava di calcare corallino guidata, da Paul e Anġlu Xuereb. Una volta che tutta la pietra è stata estratta, la cava è stata riempita e adeguata alla realizzazione di un nuovo grande impianto a pannelli solari che sfrutterà il sole che a Malta è presente per quasi tutto l’anno.

Quando sento parlare di questi progetti mi viene in mente quanto sono orgoglioso della comunità imprenditoriale maltese” ha affermato Abela.

Il Primo Ministro ha anche elogiato Malta per la sua capacità di resistenza alla luce delle circostanze economiche sfavorevoli causate dalla pandemia Covid-19, definendo questo progetto della centrale solare un ottimo esempio di come “la comunità imprenditoriale può lavorare a stretto contatto con la comunità ambientale“.

L’impianto si estende su un’enorme superficie di 90.000 metri quadrati di terreno, di cui 50.000 metri quadrati sono coperti da pannelli solari. Circa 30.000 metri quadrati sono stati invece utilizzati per la piantumazione di oltre 3.000 alberi e circa 250 olivi.

La piantumazione è stata pensata per mitigare l’impatto visivo e paesaggistico portato dai pannelli fotovoltaici per i residenti di Mġarr. I restanti 10.000 metri quadrati sono stati adattati in modo da rendere la centrale solare più accessibile.

La centrale solare è destinata a generare circa 8.600.000 kW di energia elettrica, sufficiente ad alimentare circa 2.200 unità abitative sia nell’isola di Malta che a Gozo.