Malta Business Bureau ha lanciato il sito web di Leader, un nuovo progetto creato in partenariato tra sette organizzazioni europee che operano nel campo della formazione professionale e dell’imprenditoria.

Leadertheproject.com funge ora da sportello unico per gli studenti e per i formatori accademici o interni all’azienda per accedere alle risorse che sono attualmente in fase di creazione per promuovere lo sviluppo delle competenze delle persone. Queste includono un curriculum di soft skills per gli studenti europei nel campo dell’istruzione e della formazione professionale (VET), una guida per i formatori e, infine, un cosidetto “serious game” per integrare i migliori metodi di insegnamento.

I serious game (“giochi seri”) sono giochi digitali che non hanno esclusivamente o principalmente uno scopo di intrattenimento, ma contengono elementi educativi. Generalmente i serious game sono strumenti formativi e idealmente gli aspetti seri e ludici sono in equilibrio. Al centro dell’attenzione sta la volontà di creare un’esperienza formativa efficace e piacevole, mentre il genere, la tecnologia, il supporto e il pubblico variano.

Ad oggi, gli sviluppatori del progetto Leader stanno intervistando un campione selezionato di studenti per valutare le loro esigenze e le loro richieste, e per assicurarsi che possano trarre vantaggio dal mondo reale, dagli scenari decisionali che saranno presentati nel gioco digitale, dimostrando come le competenze specifiche possano funzionare in diverse situazioni.

In qualità di organizzazione partner responsabile delle azioni di promozione del progetto, il Malta Business Bureau è stato incaricato dello sviluppo di questo sito web e della piattaforma di e-learning.

Il CEO di MBB, Joe Tanti, ha affermato: “Come organizzazione che ha a cuore gli interessi della comunità imprenditoriale, è importante per noi contribuire alle iniziative che sostengono l’istruzione e la formazione dei nostri futuri leader del settore. Studenti, tutor accademici e formatori del settore hanno molto da imparare gli uni dagli altri e dovrebbero sempre trovare il tempo per consultarsi e lavorare insieme“.

Leggi anche: MACTT diventa Istituto di Alta Formazione del Mediterraneo