Malta ha rafforzato le relazioni diplomatiche e commerciali con il Ghana grazie alla missione nel Paese africano di una delegazione guidata dal Ministro dell’Economia, degli Investimenti e delle Piccole Imprese, Silvio Schembri, che ha visto la partecipazione di 27 aziende maltesi e istituzioni locali quali Malta Enterprise, MCAST e l’Università di Malta.

L’obiettivo della missione commerciale è sempre lo stesso che guida l’azione di Governo negli ultimi anni: sostenere la strategia di internazionalizzazione e spingere le aziende maltesi verso un’espansione oltre mare esplorando nuovi continenti e aree strategiche come, appunto, lo è il Ghana, in quanto principale punto di accesso nella regione dell’Africa occidentale.

Durante il secondo “Ghana-Malta Business Forum” tenutosi ad Accra e organizzato da TradeMalta, il Ministro Silvio Schembri ha dichiarato che Malta ha posto il Ghana in cima alla lista dei Paesi intorno ai quali incentrare nuovi sforzi per sviluppare ulteriormente il commercio con il continente africano nell’ambito della Strategia di partenariato Malta-Africa 2020-2025.

La cooperazione e la collaborazione tra Ghana e Malta è stata certificata dalla firma di cinque memorandum d’intesa presieduti tra il ministro Schembri e il Ministro del Commercio e dell’Industria del Ghana, Alan Kyerematen.

Si tratta di un grande risultato che testimonia la forte relazione tra due partner naturali che mirano a favorire lo sviluppo di entrambi i Paesi”. La firma di questi 5 protocollo sancisce la volontà di Malta di sviluppare i rapporti commerciali con il Ghana, potenziare l’esportazione di prodotti e servizi maltesi di alta qualità e lavorare a stretto contatto con le autorità africane per aiutarle ad attrarre nuovi investimenti stranieri insieme alle aziende e alle autorità con sede a Malta“, ha ribadito Schembri, che ha aperto anche alla possibilità di un programma di educazione e imprenditorialità per i migranti irregolari del Ghana a Malta, al fine di favorire un ritorno in Ghana di queste persone in piena legalità e nelle condizioni più favorevoli per avviare una nuova attività economica nella loro patria. Questo darebbe ai cittadini del Ghana una nuova opportunità per un futuro migliore e, allo stesso tempo, aiuterebbe il paese ad alimentare la propria economia attraverso l’avvio di nuove imprese.

Il ministro ghanese, dal canto suo, vede Malta come la porta ideale del Ghana verso l’Europa e i Paesi occidentali.

Il primo dei cinque Memorandum of Understandings è stato firmato tra Malta Enterprise, con il Ceo Kurt Farrugia, e Impact Hub Accra, un centro leader in Ghana per l’imprenditoria sociale e l’innovazione che guida la crescita inclusiva delle start-up attraverso vari programmi di incubatori e acceleratori. Questo MOU spianerà la strada ad un programma di relazioni tra startup e imprenditori in questi settori dal grande potenziale: sanità, tecnologie alimentari, aviazione, economie creative e industria leggera.

Un altro Memorandum d’intesa è stato firmato tra la Malta Medicines Authority e la Ghana Standards Authority per lo sviluppo della cooperazione tramite lo scambio di esperienze e conoscenze. L’Autorità maltese offrirà il suo sostegno al settore farmaceutico in Ghana e la formazione necessaria per ottenere la certificazione delle buone prassi di fabbricazione adottate dall’UE. L’accordo ha anche lo scopo di promuovere la collaborazione per migliorare le attività di registrazione dei prodotti farmaceutici, controllo della qualità farmaceutica e farmacovigilanza.

Un terzo accordo è stato firmato tra MCAST e l’Università Tecnica di Accra per assicurare agli studenti ghanesi la possibilità di ottenere un titolo di studio riconosciuto dall’UE, specializzando i loro studi e le loro capacità imprenditoriali in Ghana così come in Europa.

Il Gruppo AquaBiotech, con sede a Malta, ha firmato gli ultimi due memorandum con le controparti ghanesi per lo sviluppo del business nell’acquacoltura e nella pesca.

Il ministro Schembri ha infine guidato altri incontri bilaterali con il ministro ghanese dell’Aviazione, Kofi Adda, e il ministro per lo Sviluppo degli Affari, Ibrahim Mohammed Awal. La discussione si è sviluppata intorno a progetti congiunti in vari settori e nell’individuazione delle aree commerciali dal potenziale più elevato per creare nuovi scambi. Entrambe le parti hanno discusso il potenziamento dei collegamenti internazionali attraverso una nuova rotta gestita direttamente da Air Malta. La missione in Ghana, si può dire, è compiuta.