Economia

Rudolph Psaila è il nuovo presidente di FinanceMalta

Redazione
Written by Redazione

Cambio alla guida dell’ente di promozione di Malta come centro finanziario.

Condividi l'articolo

FinanceMalta, il partenariato pubblico-privato maltese istituito per promuovere il Paese come centro finanziario internazionale, ha annunciato la nomina di Rudolph Psaila come nuovo presidente.

La nomina di Psaila è stata annunciata da Silvio Schembri, sottosegretario responsabile per i Servizi Finanziari, l’Economia Digitale e l’Innovazione. Psaila succede a Kenneth Farrugia, che ha rassegnato le dimissioni dal suo incarico dopo otto anni.

Il nuovo consiglio che affiancherà il neo Presidente è composto da quattro membri di nomina governativa (Justin Spiteri, Marvin Zammit, Josianne Cascun Montebello e Claude Abela) e altri quattro provenienti dal settore privato: il dott. Wayne Pisani, presidente dell’Institute of Financial Services Practitioners (IFSP); il dott. Matthew Bianchi, che rappresenta il settore assicurativo (MIMA, AIB, MIA); Karol Gabarretta, che rappresenta il settore bancario come segretario generale del Malta Bankers Association (MBA); e Kenneth Farrugia in rappresentanza della Malta Asset Servicing Association (MASA).

Per conoscere le proposte di Malta Business in merito alle opportunità di investimento nel settore dei servizi finanziari contatta i nostri uffici compilando il seguente form:

Il presidente uscente Farrugia ha dichiarato: “FinanceMalta ha contribuito in modo significativo alla crescita dei servizi finanziari collegati ai vari comparti dell’economia maltese. Abbiamo registrato una crescita in tutti i settori, consolidato le nostre iniziative in mercati chiave, ampliato la portata di FinanceMalta a nuove giurisdizioni e portato anche la proposta innovativa di Malta a livello internazionale in nuovi settori come blockchain e FinTech“.

Così invece il nuovo presidente: “Sono grato per la possibilità di ricoprire questo ruolo alla guida di FinanceMalta. Pur consapevole delle sfide presenti nel settore dei servizi finanziari e della tecnologia finanziaria, insieme al consiglio, ai nostri membri, al governo e a tutti i soggetti privati cercheremo di consolidare i nostri settori tradizionali di base e continuare ad evolverci e innovare per rimanere connessi a livello globale e sempre all’avanguardia“.

Condividi l'articolo

About the author

Redazione

Redazione