sabato, Ottobre 1, 2022
spot_imgspot_img
HomeFocusMedaweek 2019Tessile nel Mediterraneo: il futuro è "sostenibile"

Tessile nel Mediterraneo: il futuro è “sostenibile”

La 13a edizione di MedaWeek Barcelona, con la partnership di Malta Business e il consorzio Euromed International Trade, si concentrerà sul settore tessile, che presenta molte sfide da affrontare, in particolare grazie alla quarta rivoluzione industriale che promuove la sostenibilità ambientale e sociale nonché l’inclusione di tecnologie innovative.

L’industria del tessile nel Mediterraneo ha discusso più volte di trasparenza, standard etici e riduzione del degrado ambientale. Ma ai dibattiti non sempre hanno avuto seguito i fatti. Se le case di moda vogliono restare all’avanguardia, devono riprogettare la loro idea di produzione per guardare al futuro in un’ottica di “moda sostenibile”.

Il settore del Tessile è il secondo più grande consumatore di acqua, e soprattutto è il secondo più grande inquinatore di acqua pulita a livello globale. Le microfibre di poliestere utilizzate per la fabbricazione dei tessuti, nel frattempo, si aggiungono a volumi sempre crescenti di plastica nell’ambiente. E ancora: la maggior parte degli indumenti non è biodegradabile e presenta gravi minacce per i nostri oceani e le terre incontaminate, con la coltivazione del cotone che aumenta l’impatto dell’uso di sostanze chimiche tossiche in agricoltura. Senza parlare dei capitoli riguardanti i diritti umani e lo sfruttamento del lavoro.

Tutto questo mentre i consumi, con l’aumento della popolazione mondiale, sono aumentati del 60% negli ultimi 20 anni, con l’80% dei tessuti scartati che finisce in discarica (venendo riciclati per l’1%), mentre solo il 20% degli indumenti a livello globale viene riutilizzato.

Il focus sul tessile al Medaweek 2019, dunque, porrà l’attenzione sull’esigenza del riciclo e la necessità del mondo della moda di rinnovarsi in un’ottica di sostenibilità dal punto di vista sociale e ambientale, ponendo maggiore attenzione alla riduzione delle risorse naturali, all’inquinamento, allo sfruttamento di persone e animali, e all’equa distribuzione delle materie prime.

Siamo partner dispot_img
spot_img
spot_img

LIFE FOSTER  pubblicati i risultati del progetto per prevenire lo spreco alimentare

l'Istituto del Turismo ed il Malta Business Bureau di Malta coinvolto nel progetto life foster per ridurre la percentuale degli sprechi alimentari nel settore della ristorazione.

L’incentivo fiscale per l’impiego di personale altamente qualificato

Lo sviluppo e l'espansione delle industrie basate sulla conoscenza richiedono la disponibilità di risorse umane. Tali risorse possono essere sviluppate attraverso l'istruzione e la...

Internazionalizzazione: l’incentivo per progetti di collaborazione

L'International Trade Promotion Incentive Scheme (ITPIS) mira a sostenere le imprese maltesi che desiderano internazionalizzare la propria attività, o che già esportano e vogliono...

speciale finanziamenti
Scopri le novità nella sezione dedicata