sabato, Maggio 25, 2024
spot_imgspot_img
HomeGeneraleArmonizzazione fiscale UE: Malta alza gli scudi

Armonizzazione fiscale UE: Malta alza gli scudi

Non c’è colore politico a dividere i parlamentari europei maltesi nel contrasto all’introduzione di misure di armonizzazione fiscale che possano influire negativamente sulla competitività del Sistema Paese. L’eurodeputata nazionalista Roberta Metsola e il suo collega laburista Alfred Sant hanno convenuto che qualsiasi forma di tassazione comune consolidata avrebbe un impatto devastante sulle economie più piccole dell’Unione, come quella di Malta.

I due europarlamentari hanno ribadito la loro posizione comune anche di recente in occasione di un webinar organizzato dal Parlamento europeo per far luce su questioni amministrative, legali e politiche relative al bilancio UE e al Budget maltese.

Metsola ha alzato gli scudi contro possibili emendamenti alla manovra di bilancio europeo che potrebbero mettere a rischio la competitività delle piccole economie di nicchia come quella di Malta.

Sant ha riconosciuto lo stato della situazione attuale: “La grande maggioranza del Parlamento Europeo vuole l’armonizzazione fiscale per evitare l’elusione fiscale. Noi siamo contro ogni forma di evasione, ma a tal fine dovremmo spingere per la trasparenza fiscale e non per l’armonizzazione“.

A dimostrare le conseguenze negative per Malta di una tassa comune europea avanzata nel Common Consolidated Corporate Tax Base (CCCTB) è anche uno studio pubblicato dall’associazione Tax Justice Network (Rete di giustizia fiscale), i cui risultati mostrano che l’arcipelago potrebbe vedere dimezzarsi la propria ricchezza interna derivante da filiali di multinazionali registrate nell’isola.

Sempre secondo questo rapporto, le grandi economie europee come Germania, Spagna e Italia sarebbero i maggiori beneficiari di questi interventi, mentre Malta, Slovenia ed Estonia subirebbero la più grande emorragia di entrate da imposte societarie. Le perdite sarebbero invece limitate a circa un terzo delle entrate fiscali attuali per Repubblica Ceca, Portogallo e Svezia.

DISCLAIMER

Questo articolo fornisce solo informazioni generali e non sostituisce in alcun modo la consulenza professionale. Si raccomanda di consultare un professionista qualificato prima di prendere qualsiasi decisione importante in merito a questioni finanziarie, legali o di altro tipo. L'autore e la pubblicazione non sono responsabili per eventuali errori o danni causati dall'utilizzo delle informazioni contenute in questo articolo.

Giovanni Guarise
Giovanni Guarise
Giornalista professionista dal 2010, nel corso degli anni da freelance ha dedicato particolare attenzione al mondo della Piccola e Media Impresa, realizzando approfondimenti e focus per diversi quotidiani, e collaborando nelle attività di comunicazione per un'associazione di categoria in Veneto

1 COMMENTO

I commenti sono chiusi.

Siamo membrispot_img
spot_img

Programma Interreg Italia-Malta 2021-2027: una nuova era di cooperazione transfrontaliera

La nuova iniziativa Interreg cruciale per lo sviluppo socio-economico nel cuore del Mediterraneo, per promuovere innovazione, sostenibilità ambientale e ricchezza culturale.

Horizon Europe: Nuovi Bandi da Oltre 290 Milioni di Euro per Innovazione Digitale e Spaziale

La Commissione Europea lancia i bandi Horizon Europe con un budget di oltre €290 milioni per promuovere l'innovazione digitale, spaziale e industriale.

Bando Europa Creativa 2024: Finanziamenti per Progetti Culturali Transnazionali

Aperto il bando Europa Creativa 2024, offre finanziamenti a progetti culturali transnazionali con un focus su innovazione, inclusione sociale e digitalizzazione. Scadenza: 23 gennaio 2024.

speciale finanziamenti
Scopri le novità nella sezione dedicata