Imprese persone fisiche

Il sistema fiscale maltese in linea con i parametri UE: le novità del 2020

fisco
Redazione
Written by Redazione

Novità anche per quanto riguarda le dichiarazioni dei redditi e i versamenti degli interessi.

Condividi l'articolo

Negli ultimi mesi Malta ha introdotto diverse modifiche al proprio sistema di imposizione fiscale, soprattutto per quanto riguarda la tassazione diretta, con alcuni aggiustamenti, rapidi e significativi, che hanno allineato il Paese con un panorama internazionale in continua evoluzione.

Dallo scorso 1 gennaio 2020 sono entrate in vigore alcune disposizioni in materia fiscale precedentemente estranee alla legge maltese. La più rilevante riguarda i trasferimenti di attività all’interno non solo della stessa entità, ma anche tra diverse giurisdizioni, che possono a dare origine a una plusvalenza ritenuta imponibile.

I contribuenti, inoltre, non potranno più detrarre alcune voci di spesa dall’imponibile soggetto a tassazione, includendo allo stesso tempo nuovi redditi imponibili che fino ad oggi non erano soggetti a tassazione.

Altre modifiche arrivano dal 2019, che ha visto l’introduzione del nuovo regime dei brevetti, che abbiamo approfondito in questo articolo e prevede, tra le altre cose, detrazioni “super” per redditi derivanti da una proprietà intellettuale.

Rispetto a qualche mese fa i professionisti e, in alcuni casi, tutti i contribuenti in generale, hanno l’obbligo di comunicare informazioni aggiuntive alle autorità fiscali su quelli che vengono definiti “cross-border reportable arrangements” ossia accordi transfrontalieri.

Per conoscere nel dettaglio i vantaggi del sistema fiscale maltese e tutte le novità del 2020 contatta gli uffici di Malta Business Agency compilando il seguente form:

Tutte queste dichiarazioni fanno parte di un impegno dell’Unione Europea per frenare la pianificazione fiscale transfrontaliera considerata “aggressiva”. Le autorità di ogni Paese avranno l’obbligo di condividere tali informazioni con tutti gli altri Stati membri dell’UE e la Commissione Europea.

Il 2020 conoscerà anche diverse novità sulla tassazione per le persone fisiche, principalmente attraverso degli aggiornamenti alla manovra di bilancio: le possibili modifiche includono un’aliquota fiscale più bassa per determinati lavori straordinari e una possibilità per le persone sposate, compresi gli individui in un’unione civile, di presentare dichiarazioni dei redditi separate.

Da un punto di vista amministrativo, i tempi di attesa per la ricezione dei rimborsi dell’imposta sul reddito dovrebbero essere ridotti, così come i tempi per la riscossione degli interessi dovuti al pagamento tardivo delle imposte sul reddito e dell’Iva, sia per le persone fisiche che per le aziende.

 

 

Condividi l'articolo

About the author

Redazione

Redazione