L’obiettivo della misura Start-Up Finance 2020 è di sostenere le nuove piccole imprese che dimostrano di possedere un progetto di business valido in termini di attuabilità e innovazione, e che manifestano il loro impegno ad espandere e sviluppare ulteriormente la loro attività economica una volta superata con successo la fase di avviamento.

L’ente governativo incaricato alla concessione dei fondi, Malta Enterprise, può approvare per ciascun progetto la concessione di un contributo fino a quattrocentomila euro (400.000 euro), che può essere incrementato fino a ottocentomila euro (800.000 euro) se la Start-Up in questione risponde ai criteri di “impresa innovativa”.

Il sostegno, ad eccezione di una sovvenzione una tantum per l’acceleratore, sarà concesso come anticipo rimborsabile in conformità con alcune regole fissate dal legislatore. L’incentivo sarà disponibile fino al 31 dicembre 2022.

L’impresa innovativa

Il carattere di impresa innovativa si può acquisire:
a) dimostrando, attraverso una valutazione effettuata da un esperto esterno, di essere in grado nel prossimo futuro di sviluppare prodotti, servizi o processi che siano nuovi o sostanzialmente migliorati rispetto allo stato attuale
b) dichiarando di sostenere costi di Ricerca e Sviluppo per almeno il 10% del totale dei costi di gestione in almeno uno dei tre anni precedenti la concessione dell’incentivo oppure, in caso di una start-up senza storia finanziaria, nella revisione contabile del periodo fiscale, con la certificazione da un revisore esterno.

Le attività ammesse

Le Start-Up sono considerate ammissibili alla richiesta del contributo se operano in particolare in una delle seguenti attività:
a) Manifattura;
b) Sviluppo di software;
c) Servizi industriali analoghi al settore manifatturiero;
d) Salute, biotecnologie, prodotti farmaceutici e scienze della vita;
e) Altre attività economiche innovative che sono rese possibili grazie alla ricerca e alla tecnologia, o che forniscono servizi o prodotti che attualmente non sono facilmente disponibili nel mercato, o impegnate in un processo di produzione “inedito” o “particolare”

Oltre a quanto sopra, le imprese in fase di avviamento non devono essere impegnate in attività escluse dal ricevere aiuti in base alla normativa maltese vigente in materia di aiuti di Stato e devono svolgere esclusivamente attività che rientrano nella seguente classificazione delle attività economiche NACE:
B Miniere e cave
C Produzione
D Fornitura di elettricità, gas, vapore e aria condizionata
E Attività di approvvigionamento idrico, reti fognarie, attività di trattamento dei rifiuti e risanamento
G Commercio all’ingrosso e al dettaglio; riparazione di autoveicoli e motocicli
H Trasporto e stoccaggio
I Attività di alloggio e ristorazione
J Informazione e comunicazione
K Attività finanziarie e assicurative
M Attività professionali, scientifiche e tecniche
N Attività amministrative e di servizio di supporto
P Educazione
Q Attività sanitaria e di assistenza sociale
R.90 Attività creative, artistiche e d’intrattenimento
R.91 Biblioteche, archivi, musei e altre attività culturali
R.93 Attività sportive, di intrattenimento e di divertimento
S Altre attività di servizio

I progetti ammessi

Saranno considerati ammissibili solo i progetti che soddisfano almeno due dei seguenti requisiti:
a) proposta di prodotti e/o servizi che hanno il potenziale di generare reddito in più mercati a livello internazionale;
b) proposta di prodotti e/o servizi nuovi o sostanzialmente migliorativi rispetto a prodotti complementari già esistenti sul mercato;
c) utilizzo di processi nuovi o sostanzialmente migliorativi rispetto a quelli adottati in attività complementari esistenti.

Altri requisiti

Altro requisito indispensabile per l’approvazione dell’incentivo è l’approvazione di un bilancio di spese annuale legato alla misura che non sia superiore ai 6 milioni di euro, e di un bilancio complessivo legato alla stessa richiesta dei fondi che non superi i 18 milioni di euro.

L’incentivo può essere legato all’attività finanziaria di “private equity”, mediante la quale un’entità rileva quote di una società definita “obiettivo”, sia acquisendo azioni esistenti da terzi sia sottoscrivendo azioni di nuova emissione apportando nuovi capitali all’interno dell’obiettivo.

In alternativa, è possibile presentare una domanda di incentivi giustificando con la dovuta precisione determinate spese: sono contemplati ad esempio costi salariali per l’acquisizione di personale, spese per l’acquisto di beni materiali e immateriali, acquisizione di capitale circolante, partecipazione a un crowdfunding o ad un programma che sia riconosciuto come “Acceleratore di Start-Up”.

Malta Business Agency supporta la fase di avvio di una Start-Up e il percorso di richiesta per ottenere il finanziamento dello Start-Up Finance 2020. Richiedi maggiori informazioni o prenota una web conference con i nostri consulenti compilando il seguente form: