Una nuova bozza di quadro legislativo per legiferare il settore dell’editoria maltese è appena stata pubblicata, e sarà sottoposta a consultazione da parte del National Book Council. Il testo include la direttiva dell’Unione Europea sul diritto d’autore nel mercato unico digitale.

Il quadro legislativo sull’editoria appena impostato è articolato in quattro parti principali:

  • La prima mira a dare al National Book Council una maggiore autonomia rispetto al Governo e alla politica in generale, attraverso una legge che sostituirà la nota legale di istituzione del consiglio
  • La seconda parte, che recepisce la direttiva UE sul diritto d’autore, garantirà ai titolari di un’opera letteraria o di un testo scritto pubblicato il potere di agire contro la violazione del diritto d’autore digitale, e garantirà agli editori della stampa i necessari diritti legali relativi ai notiziari online
  • La terza parte comprende un accordo con il Ministero dell’Educazione per fornire ai titolari dei diritti pagamenti per l’uso del loro lavoro nel sistema pubblico di educazione e garantire la conformità con la relativa direttiva UE. Questo accordo è attualmente in fase di finalizzazione.
  • L’ultima parte si concentra su incentivi fiscali e il riconoscimento degli operatori del settore, che dovranno aderire a determinati standard professionali. I pagamenti dei diritti d’autore saranno esenti da tasse, mentre gli editori potranno richiedere un rimborso fiscale del 200% su tutti i pagamenti di royalty pagati agli autori. Un avviso legale su questi incentivi fiscali sarà pubblicato dopo la prossima manovra di bilancio del Governo.

Aprire una società editoriale a Malta conviene. Scopri come e perché richiedendo una consulenza allo staff di Malta Business Agency: contatta i nostri uffici compilando il seguente form: