La manovra di bilancio annunciata dal Governo maltese per il 2021 arriva alla fine di un’annata inattesa. Le previsioni del precedente Budget 2020 parlavano di un rallentamento controllato della crescita economica, messo a punto dal Governo per adottare un approccio più prudente dopo un boom economico, negli anni precedenti, al quale nessuno era preparato, e per il quale il Paese ha avvertito una certa pressione. Invece l’anno corrente ha riservato una brutta sorpresa: il rallentamento c’è stato, ma è stato sostanziale e fuori controllo, a causa dell’emergenza coronavirus che ha messo in ginocchio l’economia globale. E che non ha risparmiato Malta, che può comunque consolarsi con ripercussioni ben inferiori rispetto a quelle di altri Paesi e con le più alte stime di rilancio per il post emergenza.

Questo scenario ha fatto da cornice a un bilancio 2021 basato sulla continuità rispetto alle politiche anti-Covid e a quelle per l’economia nel lungo periodo. Sono state quindi rinnovate le misure ad hoc già promosse nei mesi scorsi per ridurre le ricadute negative causate dall’emergenza, e coniugate a obiettivi per il consolidamento del sistema economico maltese e la sua piena affermazione nello scenario internazionale attraverso parole chiave quali Innovazione, Sostenibilità e Qualità di vita. Ripercorriamo ora gli interventi principali organizzati per area di intervento.

ECONOMIA E IMPRESE

Con questo Budget il Governo ha dato al mondo produttivo il chiaro segnale di voler mantenere allentata la pressione nelle riscossioni e di assicurare nuove forme di sostegno rispetto agli oneri che, in un periodo di crisi, gravano pesantemente sui bilanci. A partire dalle spese per il personale, con l’aiuto per il pagamento di stipendi e la difesa dei posti di lavoro che sar prorogato fino a marzo 2021. Confermati anche alcuni rinvii d’imposta, moratorie e prestiti bancari garantiti dallo Stato. Guardando invece al lungo periodo e al post emergenza, l’attenzione è rivolta in particolare al consolidamento piccole imprese (aumento delle soglie di esenzione dall’Iva, sostegno per l’innovazione e la ricerca di nuovi mercati), al richiamo di nuove imprese dall’estero (in particolare startup e sviluppatori di E-sports) e, forse più che negli anni precedenti, al settore primario, con sovvenzioni nell’agricoltura e nella pesca, oltre a nuovi programmi per attirare più giovani verso questi comparti che soffrono talvolta una carenza di risorse professionali.

SOSTENIBILITA’

La qualità della vita è un’espressione rilanciata a più riprese negli ultimi anni, dopo alcuni disagi emersi per effetto del boom economico. Così ora il Budget inizia a pianificare una nuova crescita economica, che include progetti come quello per l’aria pulita al Porto di Valletta, colpito dallo smog portato dalle grandi navi, o i nuovi investimenti per la riconversione energetica al Freeport di Birzebuggia. Il Governo elaborerà anche un programma da circa 220 milioni di euro, nell’ambito del Recovery Fund, dedicato proprio a investimenti nell’ambiente e in politiche di contrasto al cambiamento climatico

INNOVAZIONE

E’ tutto pronto per dare vita a una nuova Strategia sulla Digitalizzazione di Malta, che prevede l’introduzione di tecnologie innovative come la Realtà Virtuale, la Realtà Aumentata, tecnologia immersiva, stampa 3D, calcolo quantistico e ad alte prestazioni. Per l’Intelligenza Artificiale, la cui strategia è già stata elaborata, inizierà invece la fase di prima applicazione in tre settori: istruzione, salute e trasporti. Molti investimenti in innovazione coinvolgono anche l’isola di Gozo, rimasta indietro nell’ultimo decennio rispetto alla sorella maggiore: così si prevede l’introduzione di un secondo cavo in fibra ottica tra Malta e Gozo per sostenere le operazioni dell’Innovation Hub a Xewkija, il proseguimento del progetto Smart Parking, l’estensione di regimi preferenziali pensati appositamente per le imprese gozitane come l’Employment Refund e il Teleworking Scheme, e il potenziamento del Back-Office Employment Refund Scheme sull’innovazione digitale.

TRASPORTI E TURISMO

Il Budget 2021 lancia una nuova Strategia per l’Aviazione attraverso un tavolo tecnico delle parti interessate che includerà rappresentanti dell’industria aeronautica, mentre via mare si punta al potenziamento del registro marittimo attraverso il richiamo di nuovi Super Yacht da registrare a Malta. Saranno garantiti aiuti di Stato per la compagnia di bandiera Air Malta, legati alle difficoltà dell’ultimo anno, e misure ad hoc per attirare nuovi turisti, nel post emergenza, non solo durante il periodo estivo ma durate tutto l’anno, attraverso la diversificazione dell’offerta e l’organizzazione di grandi eventi distribuiti nelle quattro stagioni. Si prevedono infine concorsi di progettazione sulla rigenerazione delle aree a vocazione turistica, e un investimento in sicurezza rivolto a località come Paceville.

In conclusione, il Budget riflette, da parte del Governo, un certo ottimismo sulle possibilità di una vera e propria ripresa dell’economia già entro sei mesi. Ma questo sentimento non sembra essere del tutto condiviso dalle imprese, vista la situazione ancora “in alto mare” sulla diffusione dei contagi. Sono di certo apprezzate una progettualità di lungo periodo e una visione che guarda ai prossimi decenni per consolidare i grandi risultati degli ultimi anni. Ma in un momento storico così delicato alle imprese sorge spontaneo guardare prima di tutto al presente, dove si riscontrano ancora enormi difficoltà a far fronte a costi operativi: e rispetto a questo lo scudo creato dallo Stato viene rinnovato, al momento, per la sola prima parte dell’anno solare. L’auspicio è che nel frattempo la primavera del 2021 consegni un importante passo in avanti nella vittoria contro il coronavirus. Altrimenti sarà necessario per il Governo rivedere il bilancio al fine di continuare a difendere la tenuta del sistema economico e produttivo, a partire da una spesa intelligente delle risorse legate al Recovery Fund.

Una visione strategica e lungimirante, oltre a vantaggi fiscali, tecnologici e burocratici, fanno di Malta la base ideale per ripartire con il tuo progetto di business nel post-emergenza. Per richiedere una consulenza strategica contatta gli uffici di Malta Business Agency compilando il seguente form:

1 commento

Comments are closed.