martedì, Aprile 16, 2024
spot_imgspot_img
HomeCommercioIndustria marittima: Malta ha il vento in poppa

Industria marittima: Malta ha il vento in poppa

L’industria marittima di Malta, ad oggi, sta dando occupazione a oltre 20.000 addetti, con un valore integrato al PIL nazionale di circa l’11 per cento.

Ma ben presto si stima che questo contributo alla richezza nazionale potrebbe attestarsi al 14%.

Quali sono i fattori del successo?

Di sicuro la posizione strategica al centro del Mediterraneo e la presenza di porti naturali, che hanno reso da sempre Malta un centro dell’attività commerciale e mercantile del sud Europa.

C’è poi un’organizzazione esemplare, con un’agenzia governativa denominata Malta Marittima, operativa dal 2016, che interviene con una vasta gamma di servizi nei seguenti settori:

  • area commerciale marittima: legale, finanziario, assicurativo, intermediazione, noleggio, armatori, geometri, regolatori, gestione dell’equipaggio;
  • gruppo logistico: spedizionieri, terminalisti, agenti navali, magazzinieri, bunkeraggio;
  • gruppo di ingegneria marittima: ingegneria navale, informatica, riparazione navale, servizi tecnici meccanici ed elettrici, circoli velici e di motoscafi, porti turistici, vendita e noleggio di barche;
  • gruppo della pesca e dell’acquacoltura: proprietari di pescherecci, canne da pesca, piscicoltura, acquacoltura, trasformazione del pesce, gestione della pesca e biotecnologia;
  • gruppo energetico: sfruttamento e manutenzione di petrolio e gas, offshore rinnovabile ed emissioni.

Un capitolo a parte merita la registrazione delle imbarcazioni: qui Malta sta cercando di dar vita a uno dei registri navali più grandi al mondo.

Sotto la bandiera maltese è possibile registrare natanti di ogni tipo con evidenti vantaggi, anche sul piano fiscale, garantiti dalla giurisdizione nazionale. Tra questi:

  • l’inapplicabilità della legge sull’imposta sul reddito con un conseguente esenzione dal pagamento dell’imposta sul reddito derivante da attività di navigazione;
  • l’esenzione dall’imposta sulla distribuzione degli utili derivanti da attività di spedizione per gli azionisti; a condizione che tali utili sono anche dichiarati esenti da imposta quando nelle sono nelle mani dell’organizzazione di spedizione;
  • l’inapplicabilità della legge sulla sicurezza sociale (contribuzione)- nel caso in cui le persone che operano come funzionari o dipendenti di un’organizzazione di spedizione con licenza non sono residenti a Malta;
  • l’inapplicabilità della tassa External Transactions Act.

Malta Business si avvale dei migliori esperti anche in materia di shipping e giurisdizione marittima per fornire supporto e assistenza a chi opera in questo settore, o per la registrazioni di imbarcazioni e yacht. Per maggiori informazioni contatta la nostra struttura compilando il seguente form.

DISCLAIMER

Questo articolo fornisce solo informazioni generali e non sostituisce in alcun modo la consulenza professionale. Si raccomanda di consultare un professionista qualificato prima di prendere qualsiasi decisione importante in merito a questioni finanziarie, legali o di altro tipo. L'autore e la pubblicazione non sono responsabili per eventuali errori o danni causati dall'utilizzo delle informazioni contenute in questo articolo.

Caterina Passariello
Caterina Passariello
Presidente della Camera Canadese in Italia, un'associazione no-profit che mira a rafforzare le relazioni tra aziende e professionisti canadesi e italiani. Capo d'Istituto della Mediterranean Academy of Culture, Tourism and Trade di Malta. Consulente aziendale e project manager con specializzazione nei processi di internazionalizzazione delle imprese. Laurea magistrale in Ingegneria gestionale, con una tesi su come cambia la tracciabilità della supply-chain con la Blockchain, con particolare attenzione alla Supply-Chain agroalimentare. Interessato a internazionalizzazione, blockchain, dlt, smart contract.
Siamo membrispot_img
spot_img

Programma Interreg Italia-Malta 2021-2027: una nuova era di cooperazione transfrontaliera

La nuova iniziativa Interreg cruciale per lo sviluppo socio-economico nel cuore del Mediterraneo, per promuovere innovazione, sostenibilità ambientale e ricchezza culturale.

Horizon Europe: Nuovi Bandi da Oltre 290 Milioni di Euro per Innovazione Digitale e Spaziale

La Commissione Europea lancia i bandi Horizon Europe con un budget di oltre €290 milioni per promuovere l'innovazione digitale, spaziale e industriale.

Bando Europa Creativa 2024: Finanziamenti per Progetti Culturali Transnazionali

Aperto il bando Europa Creativa 2024, offre finanziamenti a progetti culturali transnazionali con un focus su innovazione, inclusione sociale e digitalizzazione. Scadenza: 23 gennaio 2024.

speciale finanziamenti
Scopri le novità nella sezione dedicata