Un recente aggiornamento del Companies Act maltese ha attribuito al Registro delle Imprese nuovi poteri per indagare sulla proprietà effettiva finale delle società che devono essere o sono registrate a Malta. Questi nuovi regolamenti, che sono entrati in vigore nel giugno 2020, richiedono alle società maltesi di rispettare il nuovo obbligo di deposito annuale che conferma la proprietà delle azioni emesse dalla relativa società.

Il nuovo avviso legale introduce modifiche ai regolamenti previsti dal Companies Act (Register of Beneficial Owners) Regulations, entrato in vigore il 1° gennaio 2018. Il regolamento del 2018 ha introdotto l’obbligo per tutte le società costituite a Malta di depositare una dichiarazione presso il Registro delle Imprese di tutti i beneficiari effettivi della società. Il deposito di tale dichiarazione era richiesto al momento della costituzione della società e al cambiamento della struttura societaria o del controllo della società.

In virtù dei nuovi regolamenti, le società maltesi dovranno presentare una dichiarazione al Malta Business Registrar annualmente, in occasione dell’anniversario della data della loro costituzione, confermando:

  • Che non vi è stato alcun cambiamento nei dettagli sui beneficiari effettivi che erano stati forniti in precedenza
  • I cambiamenti nei dettagli sugli aventi diritto economico che erano stati forniti in precedenza

Il resoconto annuale dovrà essere firmato da uno degli amministratori della società o dal segretario. Il deposito di tale dichiarazione annuale deve essere effettuato entro quarantadue giorni dalla data dell’anniversario della società.

Inoltre, nei casi in cui il beneficiario finale non sia identificato e quindi siano forniti i dettagli degli alti dirigenti, qualsiasi modifica ai dettagli di questi alti dirigenti dovrà essere presentata al Registro delle Imprese di Malta entro quattordici giorni dalla data effettiva della modifica.

È importante notare che le società maltesi che non rispettano i suddetti obblighi saranno soggette ad una sanzione di cinquemila euro, che aumenterà con una penale giornaliera di cento euro fino a quando non saranno presentate le richieste.

Il nuovo Regolamento estende inoltre il potere dei funzionari del Registro delle Imprese, i quali potranno:

  • Emettere una notifica alla società inadempiente per sollecitare la presentazione della documentazione richiesta entro un mese
  • Pubblicare le informazioni sulla società inadempiente nella Gazzetta Ufficiale del Governo, nel database online del Registro delle Imprese di Malta, nonché su un quotidiano, insieme a una notifica che, alla scadenza di tre mesi dalla suddetta notifica, il nome della società inadempiente sarà cancellato dal Registro delle imprese maltese e il patrimonio della società finirà nelle casse del Governo di Malta
  • Richiedere qualsiasi documento o informazione che si ritenga necessaria per confermare la correttezza delle informazioni sui beneficiari effettivi che vengono depositate
  • Condurre indagini fisiche in loco presso la sede di una società registrata a Malta al fine di stabilire l’identità dei beneficiari effettivi e garantire che le informazioni presentate al Registro delle imprese di Malta siano accurate. In tal caso i funzionari della società sono obbligati ad assistere i controllori e a collaborare nella fornitura dei chiarimenti richiesti. Nel caso in cui, a seguito di un’ispezione in loco, il funzionario del Registro ritenga necessario aggiornare le informazioni sui titolari effettivi della società maltese, saranno previste pensanti sanzioni
  • Limitare la costituzione di una nuova società se gli amministratori proposti al Consiglio di amministrazione ricoprono già la posizione di amministratori in altre società maltesi che non rispettano i suddetti obblighi
  • Cancellare dal Registro il nome di una società maltese, se uno dei suoi titolari effettivi diventasse sanzionato da organizzazioni internazionali. In questo caso, però, i diritti e le responsabilità degli amministratori, dei funzionari della società e dei membri della società continueranno ad essere applicati

Infine, il nuovo avviso legale impone anche nuovi obblighi ai liquidatori della società: in particolare quello di di tenere un registro degli aventi diritto economico della società per un periodo di dieci anni dalla data di pubblicazione della cancellazione del nome della società dal registro.